Sapete perché si dice “Và te cocca”?

L’espressione napoletana viene utilizzata per invitare qualcuno a togliersi di torno, ad andar via, a sparire per non importunarci o tediarci

Perchè si dice “Và te cocca”? A spiegarcelo è il libro "Come se penza a NNapule. 2500 modi di dire napoletani", commentati da Raffaele Bracale e a cura di Amedeo Colella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Letteralmente significa “và a coricarti”. Altro modo di invitare qualcuno a togliersi di torno, ad andar via, a sparire per non importunarci o tediarci. Qui, con modi più contenuti e gentili rispetto a quelli precedenti, lo si vuol convincere a liberarci della sua presenza, andandosene a dormire. Talvolta, però, atteso che per coricarsi occorre stendersi su di un letto, con la locuzione in epigrafe si adombra il nascosto, cattivo, se non pessimo desiderio che il soggetto contro cui è rivolta, debba giacere definitivamente disteso, cioè debba mancare, andarsene, scomparire, trapassare, perire, estinguersi, spegnersi, decedere passando nel numero dei più e liberandoci per sempre della sua gradita presenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

Torna su
NapoliToday è in caricamento