rotate-mobile
La buona novella

La buona novella

A cura di Nicola Clemente

Weekend da incubo tra cantieri e traffico infernale. Ridateci le domeniche ecologiche

Sabato e domenica da incubo per chi abita in centro

Napoli affascina per le sue bellezze artistiche e paesaggistiche, trasformandosi sempre di più in una meta turistica da non perdere. Nel weekend che ci ha appena lasciati locali e strade del centro cittadino erano così affollate da sembrare di essere ripiombati improvvisamente nelle festività natalizie o pasquali. Dopo gli anni tribolati dell'emergenza Covid, esercenti e albergatori possono esultare, il trend turistico nel 2023 è in netta ascesa e si attende il boom di presenze nelle prossime settimane. 

Purtroppo, però, non bisogna nascondere la polvere sotto al tappeto, ieri è stata una giornata infernale per il traffico veicolare. Ore e ore fermi incolonnati nelle auto per spostamenti di pochi chilometri nel centro cittadino, tra smog e clacson a farla da padrone. Il cantiere di via Marina in direzione autostrade è l'emblema del caos, per non parlare degli infiniti lavori e restringimenti di piazza Municipio.

Le carenze ataviche dei trasporti pubblici, nonostante gli sforzi per ammodernarli e per incrementarne la frequenza e l'assenza di un numero adeguato di stalli auto o di garage privati a prezzi adeguati (nel centro storico i costi sono anche di 6-7 euro per ogni ora di sosta) sono incontestabili, ma proviamo a rilanciare una buona pratica che nei decenni passati restituiva una boccata d'ossigeno ai residenti, la domeniche ecologica.

Si parla di

Weekend da incubo tra cantieri e traffico infernale. Ridateci le domeniche ecologiche

NapoliToday è in caricamento