L'Oro di Napoli

L'Oro di Napoli

I 6 migliori crocchè di Napoli: dove mangiarli

Da Fiorenzano a Di Matteo, da Passione di Sofì a Paisà, ecco un elenco di indirizzi dove gustare i migliori crocchè della città

Da gustare in strada mentre si passeggia tra i vicoli di Napoli, o come antipasto, prima di un bella Margherita. Il crocchè, detto anche “panzorotto” per via della sua forma panciuta, è un must dello street food partenopeo. Molto amato dai napoletani e dai turisti, viene preparato con patate a pasta gialla, meno acquose e più compatte, e passato in uovo e pangrattato per un’impanatura croccante e saporita. C’è chi dice che questa prelibatezza derivi dalle “croquettes” (crocchette) della Francia Angoina del XVIII secolo, un cibo particolarmente apprezzato dal re e dalla sua corte. Le prime ricette scritte risalirebbero, infatti, a un trattato del 1798 di Antoine Augusten Parmentier, nutrizionista alla corte del re Luigi XVI, in cui si valorizzava l’uso del tubero, allora considerato un cibo estremamente povero. Secondo altre fonti, invece, il crocchè di patate sarebbe stato portato a Napoli dai conquistatori spagnoli, e avrebbe come antenato la "croquetas de jambon". La ricetta spagnola sarebbe stata, poi, negli anni rivisitata dalle famiglie più umili napoletane che avrebbero sostituito alcuni ingredienti presenti nella ricetta originaria con le patate, il sale, il pepe e il prezzemolo, rendendolo uno stuzzichino sfizioso da mangiare passeggiando per strada. Il “panzarotto" veniva venduto nelle vie del centro storico dal “panzarottaro” che attirava l’attenzione dei passanti gridando “Fa marenna, fa marenna! Te ne magne ciento dint’ ‘a nu sciuscio ‘e viento” (“Fai merenda, fai merenda! Te ne mangi cento in un soffio di vento”). Oggi è ancora possibile gustarlo nelle tante friggitorie e pizzerie che affollano le strade della città. Ma dove mangiare i migliori crocchè di Napoli? Ecco la selezione di NapoliToday

Fiorenzano

Storica friggitoria situata nel pittoresco quartiere della Pignasecca, è una vera e propria istituzione in città. Da Fiorenzano vengono proposti tutti i tipi di frittura tipici dello street food partenopeo come paste cresciute, panini con soffritto e friairielli, frittatine di pasta, pizze fritte, ma anche piccole porzioni di pasta, ideali da portare in giro mentre si passeggia. Tra le sue specialità c’è il classico crocchè di patate napoletano cucinato con materie prime di alta qualità.. una vera bontà! Se siete appassionati di frittura non potete, quindi, non far tappa in questa pizzeria-rosticceria. Da provare anche il sigaro cilentano, antica e famosissima tradizione culinaria di Palinuro, e il panino fritto, che coniuga la bontà della pizza fritta alla tradizione culinaria partenopea.

Indirizzo: Via Pignasecca, 48

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fiorenzano1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Coronavirus, De Luca: "Tra fine ottobre e novembre attesa la ripresa del contagio"

  • Elezioni Regionali Campania 2020: il fac-simile della scheda elettorale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento