I media e Napoli

I media e Napoli

Stazione centrale, la strana 'disavventura' di una turista: "Peggio che in America Latina"

Una rissa tra tassisti per contendersela, poi un viaggio scortese e senza tassametro verso il porto. "La prossima volta mi rivolgo direttamente alla polizia ferroviaria?"

Ha sollevato un polverone il post di una turista, pubblicato su di un gruppo incentrato su "donne che viaggiano da sole", in cui Napoli viene definita "peggio dell'America Latina".

"Il 13 settembre mi imbarco dal porto di Napoli per Lipari, dal molo della Siremar – scrive la donna – Arrivo a Napoli in treno alla Stazione centrale. L'anno scorso ho rischiato la rissa , con me allibita al centro della scazzottata, perché ho provato a prendere un taxi davanti alla stazione. Alla fine ero in mezzo ad un gruppo di taxisti, non so se regolari o abusivi, che si pigliavano a cazzotti per avere il privilegio di portarmi al porto. Il tipo che alla fine l'ha vinta, non aveva il tassametro e mi ha mollata sgarbatamente, lanciandomi la valigia, oltre il luogo dove dovevo andare".

Concluso il racconto, l'affondo: "Per evitare quest'anno scene di questo genere, che mi inquietano assai, perché neppure in America Latina è mai capitato, chiedo alle amiche di Napoli come posso fare ad arrivare al molo della Siremar al porto dalla stazione centrale in taxi senza problemi di questo genere. Devo rivolgermi alla polizia ferroviaria?".

Una scena secondo molti commentatori raccontata in modo grottesco. E, soprattutto, in gran parte inverosimile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento