Gossip

Gossip

Maradona, il ricordo a 50 anni dalla morte di Che Guevara

Il Pibe dedica un post al suo mito Che Guevara, ricordando anche l'episodio di San Siro quando uno stadio intero fischiò l'Argentina, il suo inno e lo stesso Maradona

Dalla pagina Fb di Maradona

Che Guevara è sempre stato un mito per Diego Armando Maradona, come il suo tatuaggio di vecchia data non ha mai nascosto. A 50 anni dalla morte, il Pibe lo ha ricordato con un post sui social.

“#Che Guevara, a 50 anni dalla tua morte, i tuoi occhi sono ancora più aperti che mai – scrive Maradona – Ci sono stati molti comandanti, ma mai uno come te. Mi chiedo, com'è possibile che a oggi non ne si siano stati rimpatriati i resti? Vorrei che nelle scuole, ai ragazzi di 15 o 16 anni, si raccontasse la sua, e che loro possano trarre le proprie conclusioni. Ma la tengono nascosta, perché hanno paura di lui. Perché quelli che sono venuti dopo ci hanno dato merda, invece di cibo. E VILLE, invece di case. Possono biasimarmi, ma non mi interessa. L'ha fatto il San Siro intero, con 80.000 persone che mi fischiarono l'inno e mi gridarono "Maradona figlio di puttana". E quando l'ho raccontato alla mia vecchia, si è uccisa dalle risate. Quindi non mi interessa. Fino alla vittoria, sempre!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento