Febbre a 91 (+ recupero)

Febbre a 91 (+ recupero)

MiliOk, il centravanti è giusto: i numeri parlano chiaro

La gara contro il Verona ha dimostrato una volta per tutte che il Napoli non può fare a meno di una prima punta di ruolo, il polacco o Llorente che sia. I dati numerici sono inequivocabili

(foto Ansa)

Non sarà Cavani, Higuain, Icardi o Ibrahimovic, ma a mercato chiuso Arkadiusz Milik è uno di quei calciatori imprescindibili, tra quelli della attuale rosa a disposizione di Carlo Ancelotti. La gara con il Verona, un match insidioso e bloccato, ha dimostrato ancora una volta quanto sia fondamentale per questo Napoli giocare con un centravanti di ruolo.

Il dato numerico è inequivocabile: se si escludono, infatti, le prime due giornate agostane di campionato, in cui la percentuale di realizzazione dell’intera Serie A è sempre elevatissima, 11 dei 12 gol segnati dal Napoli tra campionato e Champions League (dalla Sampdoria al Verona), sono stati messi a segno con la presenza di una prima punta degna di tal nome in campo (Llorente o Milik).

La coppia di ‘piccoletti’ formata da Lozano e Mertens, anch’egli ormai disabituato al ruolo di prima punta rispetto al periodo sarriano, ha dimostrato di non poter rappresentare una valida alternativa alla presenza di un ariete d’area di rigore, basti pensare alle partite con Cagliari e Torino.

La doppietta del polacco contro l’Hellas, dunque, è senza dubbio la migliore notizia delle ultime settimane per Carlo Ancelotti. Senza i gol dell’ex Ajax, le speranze di una stagione vincente e positiva per gli azzurri sarebbero davvero ridotte. A Milik, però, resta il compito di dimostrare di essere decisivo ed incisivo anche nei big match e di non mettere il suo marchio di fabbrica solo nelle partite contro le cosiddette medio-piccole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Dj Aniceto: “Maradona non è morto mercoledì ma il giorno che ha sniffato cocaina”

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

Torna su
NapoliToday è in caricamento