AssaggiaNapoli

AssaggiaNapoli

La pizza napoletana incontra l'alta gastronomia

Dal 25 gennaio al via la manifestazione "Chez moi: Luca Castellano ospita le stelle della gastronomia"

A Napoli, dove è stato conquistato il titolo della pizza più lunga del mondo e inserito nell'edizione 2017 del libro "Guinness World Record" grazie all'Associazione Pizzaiuoli Napoletani, è partita la grande sfida della pizza intesa sempre più come pietanza di qualità. Dove i prodotti, dalla farina alla farcitura, vengono scelti sempre più con attenzione per rendere la pizza un piatto eccezionalmente buono e sano.

Ed è così che è nato il format che vedrà alternarsi, iniziando dal 25 gennaio, accanto a Luca Castellano, terza generazione della storica famiglia del Trianon, i nomi di blasonati chef della Campania. Un'occasione per confrontarsi, per miscelare le sapienze, realizzare una serata di gusto e rendere sempre più il prodotto pizza una pietanza di eccellenza. Mercoledì 25 gennaio il primo ospite della manifestazione 'Chez moi: Luca Castellano ospita le stelle della gastronomia' sarà lo chef stellato Giuseppe Aversa del ristornate il Buco di Sorrento.

Si susseguiranno, da gennaio ad aprile, chef blasonati e di lunga esperienza. A lavoro, spalla a spalla con il padrone di casa, quattro nomi di grande prestigio: Peppe Aversa, chef patron de "Il Buco" di Sorrento; Danilo di Vuolo, de la "Caletta dello Scrajo" di Vico Equense; Michele De Leo del "Rossellinis di Palazzo Avino" di Ravello e Mario Avallone de "La Stanza del Gusto" di Napoli. Il 25 gennaio, in sala, a comporre la colonna sonora della serata, ci sarà la musica del sassofonista Gaemaria Palumbo e del pianista Giuseppe Di Capua.

Gli appuntamenti successivi sono con Danilo Di Vuolo il 22 febbraio, con Michele De Leo il 22 marzo e con Mario Avallone il 26 aprile.

AssaggiaNapoli

Food&wine, luoghi e lifestyle, Street Food e buongusto. Sedetevi a tavola, assaporate le pietanze e prendetevi il g(i)usto tempo: c'è AssaggiaNapoli

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento