menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Napoli stagione 1933-34

Il Napoli stagione 1933-34

17 giugno 1934: il Napoli fa il suo esordio nelle Coppe Europee

Gli azzurri di mister Garbutt fecero il loro esordio assoluto in Mitropa Cup al Prater di Vienna contro l'Admira, una sorta di Champion's League dell'epoca

Il 17 giugno del 1934 il Napoli fece il suo esordio assoluto nelle coppe europee. A quel tempo l’unica competizione calcistica per club a livello 'transnazionale' era la Coppa del Centro Europa, più comunemente conosciuta come Mitropa Cup, nome derivante dalla contrazione del termine tedesco Mitteleuropa (Europa centrale). Al prestigioso torneo, una sorta di odierna Champion’s League ristretta, dal 1934 in poi vi presero parte i primi quattro club classificati nel campionato austriaco, ungherese, cecoslovacco e italiano. Fu così che il Napoli guidato dall’allenatore inglese William Garbutt, essendo giunto in quella stagione terzo in classifica alle spalle di Juventus e Inter, conseguì il diritto a partecipare.

Il sorteggio, però, fu tutt'altro che benevolo con gli azzurri, inseriti nel Girone A e costretti ad affrontare il fortissimo squadrone austriaco dell’Admira Vienna (attuale Admira Wacker), fresco di vittoria nel proprio campionato e tra le assolute favorite per il successo finale nella competizione. Il 'battesimo' del fuoco per il Napoli, dunque, avvenne in un caldo pomeriggio domenicale nel leggendario stadio Prater di Vienna, davanti a 20000 spettatori.

Questo l'11 titolare schierato da mister Garbutt: Cavanna, Castello, Vincenzi, Rivolta, Colombari, Mongero (all'esordio assoluto in maglia azzurra), Ferraris, Rossetti, Sallustro, Vojak, Visentin. A dirigere l'incontro fu l'arbitro cecoslovacco Zenisek.

Il canovaccio del match vide essenzialmente i padroni di casa all'attacco, con il Napoli attento a chiudere tutti i possibili varchi alla squadra avversaria. Dopo un primo di studio e con poche emozioni, la partita si ravvivò nella ripresa. Il portierone azzurro Beppe Cavanna, però, alzò la saracinesca, esibendosi in una serie di grandi parate ed impedendo agli austriaci di infilare la porta azzurra. Al 73' il Napoli ebbe anche l'occasione di passare clamorosamente in vantaggio, ma il palo negò la gioia del gol a Visentin. Il match si chiuse, dunque, sul risultato di 0-0, tra i fischi dei sostenitori dell'Admira, delusi dal mancato successo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento