Troppa lentezza della burocrazia, Scotti: "Dubito che gli esperti abbiano mai visto un paziente"

8 infermieri ogni 50mila abitanti e procedure complicate per verificare il contagio. "Dubito che gli esperti abbiano mai visto un paziente" sbotta il presidente di Fimmg e Ordine di Napoli

Il presidente della Federazione dei Medici di medicina generale oltre che dei camici bianchi napoletani non la manda a dire: "leggo che nel decreto rilancio sono previsti 8 infermieri ogni 50mila abitanti da inserire nei distretti. Ma se il paziente chiama il medico, poi il medico chiama il distretto, il distretto deve attivare l’infermiere… insomma, secondo qualcuno un’epidemia che ha questa velocità di contagio si risolve con la lentezza burocratica italiana applicata alla sanità", commenta intervenendo alla trasmissione Mattina 9.

"Ho qualche dubbio che gli esperti abbiano mai visto un paziente", dice amaro Scotti e aggiunge "Il lockdown non era una soluzione per risolvere la virosi, ma doveva servire per bloccare l’epidemia e garantirsi il tempo un ragionamento. Purtroppo stiamo ancora inseguendo l’emergenza, non abbiamo utilizzato quel tempo per determinare modelli che avrebbero aiutato anche la produttività". Per Scotti, in particolare, quello che adesso serve davvero è un meccanismo di medici sentinella con la capacità di identificare rapidamente e isolare fin da subito i nuovi casi già dal sospetto, perché "mentre si fanno ragionamenti e verifiche, magari i conviventi del paziente sono asintomatici, escono, fanno la spesa e vanno al lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • SuperEnalotto da capogiro a Bacoli, vincita da mezzo milione

  • Protesta Whirlpool, operai bloccano l'imbocco dell'A3: auto incolonnate

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Polmonite bilaterale senza patologie pregresse a 32 anni: "Ho visto il mio amore avere fame di ossigeno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento