rotate-mobile
Salute Chiaia / Rotonda Diaz

Psoriasi: 2 giorni di visite gratuite a Rotonda Diaz

Quasi un quarto dei pazienti non si cura, senza sapere che la psoriasi può avere conseguenze multisistemiche molto serie

Guidato dalla Prof. Gabriella Fabbrocini, direttore della Scuola di Specializzazione e dell’Unità Operativa clinica di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, un team di specialisti effettuerà visite gratuite on the road per la diagnosi precoce della psoriasi e il miglior triage sulla base delle terapie più moderne messe a punto dall’ingegneria farmaceutica.

Visite gratuite: dove e quando

L’appuntamento è in Rotonda Diaz questo sabato 12 novembre dalle ore 10.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.00 e domenica dalle 9.00 alle 12.00: la prenotazione va effettuata direttamente sul posto.

Stimiamo che nella sola area metropolitana di Napoli oltre 6mila pazienti con forma moderato-grave di psoriasi non siano in terapia perché ne trascurano o sottostimano i segni. La malattia viene così lasciata avanzare, con esiti spesso assai invalidanti - spiega la Prof. Gabriella Fabbrocini – La psoriasi, in quanto patologia infiammatoria multifattoriale e cronico-recidivante, infatti, non si limita a colpire la cute con le tipiche lesioni eritematose desquamanti ma, possedendo un carattere sistemico, può colpire le articolazioni, in particolare di mani e piedi, e le inserzioni di tendini e legamenti sull’osso, oltre che avere manifestazioni cardio-metaboliche. L’emergenza epidemica ha senza dubbio acuito l’entità del problema, perché il timore del CoVid ha indotto a differire visite e consulti. Il nostro laboratorio mobile ad avanzata tecnologia digitale ci consente di portare ai pazienti competenze diagnostiche e cliniche in modo da avviarli alle migliori terapie”.

Psoriasi: quando e perché colpisce

Le evidenze scientifiche indicano che la psoriasi colpisce a qualsiasi età, mostrando un esordio più precoce nelle donne, mentre gli uomini hanno maggiore probabilità di forme più gravi.

Il picco si registra tra i 30 e i 40 anni.

Oggi abbiamo a disposizione diversi farmaci biologici che consentono di agire in maniera selettiva su specifici target del processo infiammatorio che sostiene la psoriasi, consentendo una azione rapida ed efficace, che consente di controllare e gestire a medio-lungo termine la patologia – aggiunge la Prof. Fabbrocini - avviando a risoluzione le manifestazioni cutanee ma, soprattutto, spegnendo l’infiammazione cronica che risulta collegata allo sviluppo di numerose comorbilità”.

Il team della Prof. Fabbrocini, con il contributo non condizionante di Lilly Spa, porterà così, per 2 giorni, sul territorio cittadino, il truck di PSO-Home: una postazione mobile attrezzata con sofisticati ambulatori dove gli specialisti effettueranno visite per valutare il grado di avanzamento della psoriasi oltre che l’eventuale presenza delle comorbilità tipicamente associate, ai fini del più corretto percorso di cura, e forniranno informazioni e consigli. I pazienti visitati avranno quindi la possibilità di consulti on line con i dermatologi del territorio e/o i medici di base per valutare l’andamento della patologia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Psoriasi: 2 giorni di visite gratuite a Rotonda Diaz

NapoliToday è in caricamento