rotate-mobile
Salute

Bimbi prematuri: la terapia intensiva di Villa Betania per una giornata aperta a genitori e parenti

Il 17 novembre per la Giornata Mondiale della Prematurità, all’Ospedale Evangelico Betania torna il Family Day: una giornata interamente dedicata ai genitori e ai familiari dei neonati prematuri.

Il 17 novembre, in occasione della Giornata mondiale della prematurità, Villa Betania apre la Terapia Intensiva Neonatale ai genitori e ai parenti dei piccoli nati pretermine con tante iniziative per sensibilizzare sulla prematurità, che è una vera e propria patologia.

Il programma

Dalle 15 alle 17 si inizia con il laboratorio di “Tocco dolce e musicoterapia” rivolto a genitori e bambini.

Dalle 17 alle 19 spazio al laboratorio per le mamme su come portare in fascia il bambino con movimenti abbinati al canto.

I laboratori saranno l'occasione anche per presentare in anteprima un nuovo progetto, finanziato dalla ETS Pulcini Combattenti, che porta la musicoterapia all'interno dell’Unità di Terapia Intensiva Neonatale.

Questo progetto, che mira a stimolare e tranquillizzare il neonato, ma soprattutto a recuperare quel legame emotivo profondo fatto di sguardo, di odore, di voce, di tatto e di con-tatto, è un ulteriore passo avanti nell’offerta di servizi per i neonati e le loro famiglie per rendere la permanenza nella Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale meno difficile ma soprattutto per supportare i genitori nel percorso più o meno lungo di degenza del loro piccolo, a cui non erano preparati, e aiutarli a prepararsi all’accudimento a casa”,spiega il direttore del Dipartimento Materno-Infantile Marcello Napolitano.

Musicoterapia

Il progetto di musicoterapia sarà affidato alla dott.ssa Anna Buonomo, musicoterapeuta nell’ambito materno-infantile disciplinata dalla legge 4/2013, con specializzazione in Musicoterapia Perinatale “Perinatal Family Music Therapy Intervention”, in NICU Music Therapy “First Sounds: Rhythm, Breath & Lullaby”, in Musicoterapia in Gravidanza e con bambini 0-3 anni.

Nel corso della giornata saranno inoltre distribuiti gadget e doni alle famiglie dei prematuri da parte della Fondazione Evangelica Betania, dell'associazione Cuori di Maglia, della SIN e copie del libro "Come Respira una Piuma" del dott. Florita, psicologo clinico, che tratta il tema della genitorialità in condizioni complesse.

Luci e colori

In serata, infine, la facciata dell'ospedale si illuminerà di viola, colore associato a livello internazionale alla prematurità.

Nel 2020 all’Ospedale Evangelico Betania sono nati 2019 bambini di cui 264 prematuri, tra cui 23 con peso inferiore a 1.000 grammi, 24 fra 1.000 e 1.500 grammi, e 120 circa con peso inferiore a 2.000 gr.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbi prematuri: la terapia intensiva di Villa Betania per una giornata aperta a genitori e parenti

NapoliToday è in caricamento