Neonati: allarme dei medici. In Campania molte le strutture non in grado di affrontare emergenze alla nascita

Nel 2018 circa 1000 gli interventi di trasporto d'urgenza. Pochi, però, i mezzi a disposizione

4 ore: è il tempo che è stato necessario lo scorso 25 luglio per trasferire un neonato bisognoso di cure urgenti da Pompei a Castellammare. La vicenda - per fortuna risoltasi positivamente per il piccolo - ha riacceso i riflettori sui limiti strutturali e organizzativi del servizio di trasporto dei piccoli in emergenza nel nostro territorio.

Sulla questione è intervenuta la SIN, la Società italiana di neonatologia, che in una nota scrive "Il servizio è inadeguato alle esigenze di una regione dove, solo nello scorso anno, sono stati necessari oltre 1.000 interventi". In particolare, continua la nota SIN, "i veicoli in attività sono obsoleti o comunque con alti chilometraggi". La Campania inoltre, precisa nel comunicato la SIN "ha il più basso rapporto tra centri di riferimento (Hub) e centri dipendenti (Spoke), con una rete di assistenza neonatale frammentata in Punti Nascita di primo e secondo livello ancora troppo numerosi (54 per circa 48.000 neonati), di cui 8 con un numero di nati/anno inferiore a 500, privi dei requisiti strutturali e organizzativi appropriati. Si tratta di strutture che spesso non sono in grado di affrontare situazioni di urgenza e di emergenza e mancano degli standard di qualità per promuovere, sostenere e proteggere la fisiologia della nascita". Ne deriva la necessità di trasportare un numero di neonati (2.8%) pari quasi al triplo di quello raccomandato (1%). L’alto tasso di trasporti in emergenza è quindi a sua volta connesso ad una maggiore mortalità neonatale, per la quale la Campania si colloca tra le regioni meno virtuose d’Italia.

I neonatologi della SIN auspicano perciò una ristrutturazione in tempi rapidi della rete dei punti nascita come da accordo Stato-Regioni oltre che l’attuazione della riorganizzazione dello STEN, mettendo a disposizione il loro supporto tecnico e scientifico al fine di tutelare la salute dei neonati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di De Luca: "Misure drastiche. Si blocca la movida"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 28 settembre al 2 ottobre: tra proposte di matrimonio e figli legittimi e non

  • Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morta Rossella Serrato

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

  • Elettra Lamborghini: con Napoli è vero amore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento