Coronavirus, pronto il test per la diagnosi rapida: la risposta in una sola ora

Lo ha messo a punto la Diasorin, multinazionale leader mondiale nell'immunodiagnostica con sede a Saluggia, in provincia di Vercelli. La tecnologia consente di decentralizzare le diagnosi, con notevole risparmio di tempo e risorse, e di attivare più rapidamente le misure anti-contagio

Coronavirus: un comunicato pubblicato sul sito on-line della DiaSorin, multinazionale italiana da circa 50 anni leader nel settore dell'immunodiagnostica, annuncia che sono stati completati gli studi per il lancio sul mercato di un test molecolare a risposta rapida.

Il nuovo test Il nuovo esame per il Coronavirus sarà commercializzato con marchio CE in Europa e presentato alla Food and Drug Administration per l’Emergency Use Authorization entro la fine di marzo 2020 e consentirà di diagnosticare in meno di 1 ora l'eventuale positività rispetto alle 5-7 ore attualmente necessarie, facendo guadagnare tempo prezioso sia per la vita del paziente che per contenere la diffusione dell'epidemia.

Gli studi Per supportare la necessaria e preliminare approvazione CE e FDA EUA sono stati condotti studi presso l'Ospedale Spallanzani di Roma ed il Policlinico San Matteo di Pavia. Il test è sviluppato per essere effettuato con un macchinario specifico, l’analizzatore LIAISON® MDX, di cui sono già presenti oltre 800 esemplari in diversi istituti ospedalieri, sia europei che statunitensi, impiegati per diagnosticare le infezioni influenzali stagionali oltre che una varietà di altre infezioni virali e batteriche per le quali il tempo di risposta risulta fondamentale per decidere il corretto trattamento di cura del paziente.

La tecnologia della DiaSorin potrebbe aiutare notevolmente gli ospedali a decentralizzare i test per la diagnosi del Coronavirus, contribuendo ad un significativo miglioramento dell'attuale processo di ricovero dei pazienti potenzialmente contagiosi.  "Ci siamo attivati non appena sono state rese pubbliche le informazioni sulla sequenza genetica del virus, collaborando con i Centri di Riferimento italiani e statunitensi per sviluppare test molecolari veloci e accurati per fronteggiare questa emergenza sanitaria. Abbiamo analizzato oltre 150 sequenze virali pubblicate oggi nel database mondiale delle banche genetiche e disegnato un test destinato a rilevare tutte le varianti attualmente conosciute del Coronavirus COVID-19", spiega Giulia Minnucci, R&D Director Europe in DiaSorin, nel comunicato on line.  “L’epidemia di Coronavirus ha creato allarme a livello mondiale e ha sottoposto i sistemi sanitari a forti pressioni dovute alla necessità di dotare i laboratori di test diagnostici in grado di identificare il nuovo ceppo del virus”, commenta quindi John Gerace, Presidente di DiaSorin Molecular. “Riteniamo di fondamentale importanza sviluppare un test per l’identificazione del Coronavirus in grado di fornire risultati precisi in tempi rapidi e orientare al meglio le decisioni cliniche. Come specialisti della diagnostica abbiamo il dovere di rispondere a questa emergenza nel modo più rapido possibile, mobilitando i nostri ricercatori per realizzare un test di diagnostica molecolare che, ci auguriamo, possa contribuire a contenere questa nuova emergenza sanitaria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento