Allarme nei: obiettivo prevenzione

Ospedali, dermatologo di fiducia e anche visite gratuite: dove effettuare i controlli in città

Con l’estate si avvicina anche il momento di esporsi al sole. Prima però, avvisano gli esperti, è fondamentale uno screening dei nei e, possibilmente, della cute in generale. Solo così, infatti, sarà possibile evitare sgradevoli sorprese che vanno dai più comuni arrossamenti ed eczemi al pericolosissimo melanoma che, in Europa, costituisce una delle più diffuse ed aggressive patologie oncologiche.

Per una corretta informazione sull’esposizione al sole e sottolineare l’importanza della prevenzione, l’Unità Clinica e la Scuola di Specializzazione in Dermatologia dell’Università Federico II di Napoli (via Pansini 5, Edificio 10, II piano – ambulatori) hanno organizzato 3 giornate a tema, in cui sarà possibile accedere gratuitamente alle visite da parte degli specialisti del team: “Preparazione al sole”, sabato 6 aprile dalle 9.30 alle 12.30, senza necessità di prenotazione; “Nevi e Melanoma”, sabato 8 giugno dalle 9.30 alle 12.30 (per motivi organizzativi collegati alla tipologia di visita da effettuare, l’accesso sarà riservato ai primi 50 utenti che si prenoteranno mediante mail all’ indirizzo cldermat@unina.it , indicando nome, cognome e recapito telefonico); Come proteggere i bambini dal sole, sabato 22 giugno dalle 9.30 alle 12.30 (per motivi organizzativi le visite saranno riservate ai primi 50 utenti prenotati mediante mail da inviare all’indirizzo cldermat@unina.it , indicando nome, cognome e recapito telefonico).

Occasione per un consulto gratuito potrà essere anche il Tennis and Friends, kermesse di salute, sport, spettacolo e solidarietà a Napoli per il secondo anno il prossimo 12-13 e 14 aprile sul lungomare Caracciolo, dove una delle 29 aree mediche presenti sarà dedicata proprio alla dermatologia.

Per quanti non riuscissero a cogliere l’occasione, è bene ricordare che è sempre possibile accedere, pagando il ticket, ai centri ospedalieri della nostra città, mediante prenotazione al CUP - Centro unico di prenotazione: Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II – Policlinico, Istituto Nazionale dei tumori- Fondazione Pascale e Asl Napoli 1 (presso il San Gennaro, Loreto Mare e Loreto Crispi). Necessaria l’impegnativa del medico curante (da non dimenticare documento di riconoscimento e tessera sanitaria). Lo screening inoltre può essere effettuato anche dal dermatologo di fiducia.

Piuttosto rapido il controllo. In genere, infatti, dura dai 15 ai 30 minuti: il medico effettua innanzitutto una valutazione visiva, ad occhio nudo, per individuare i nei potenzialmente a rischio e quindi, nel caso, procede alla loro verifica con il dermatoscopio, che consente di monitorare la zona più dettagliatamente. I nei da tenere sotto osservazione nel tempo sono riportati sulla scheda clinica del paziente: la mappa, appunto.

Per saperne di più su come prenotare nelle strutture ospedaliere: 

https://www.policlinico.unina.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/320

https://www.istitutotumori.na.it/ServiziCittadino/ambulatori.html

https://www.ospedalecardarelli.it/ospedale/123669

https://www.aslnapoli1centro.it/prenotazione-online;jsessionid=E68408E0D6531743081873AC54F674E5

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morta Rossella Serrato

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento