rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Salute

Perché abbiamo festeggiato la "Giornata della gentilezza"

Essere gentili non solo assicura benessere diffuso ma consente anche maggiore affermazione sociale: come si fa in 10 semplici regole

La Giornata Mondiale della Gentilezza è stata istituita 21 ani fa, in occasione della 3a conferenza annuale del Movimento Mondiale della Gentilezza. Il giorno,  13, e il mese, novembre, sono stati scelti perché ricorrenza della prima conferenza del World Kindness Movement, tenuta nel 1997 a Tokyo, che portò alla firma della Dichiarazione della Gentilezza,con il fine di promuovere una convivenza basata sull’armonia e l’empatia e uno sviluppo ecosostenibile. 

Partita in sordina, la Giornata Modiale della Gentilezza ha trovato un'eccezionale cassa di risonanza nei social grazie a star mondiali come The Rock e Keanu Reeves, che hanno pubblicato post sull’importanza della gentilezza nella vita di tutti i giorni, è diventato un trend mondiale con oltre 253mila menzioni dell’hashtag #worldkindnessday. E sono tante le celebrità che si sono fatte notare per i loro atti di gentilezza nei confronti della comunità e dell’ambiente, tra cui spiccano i nomi di Elton John, Lady Gaga, Jennifer Aniston, Emma Stonee, inserite dalla rivista britannica Hello! nella sua "Kind list".

La gentilezza fa bene alla salute

La gentilezza non è solo una moda, ma fa bene alla salute: aiutando a rafforzare le relazioni sociali, infatti, dicono numerosi studi medici, crea un diffuso benessere.

In particolare, come dimostra una ricerca dell’American Psychological Association realizzata all’inizio del 2021, chi è gentile tende a stare complessivamente meglio, ha maggiore impatto sociale, più fiducia nelle proprie capacità e più autostima. E la gentilezza che aiuta non è solo quella nei confronti delle persone, ma anche verso la natura: una recente pubblicazione, “Biologia della Gentilezza” del 2020, raccoglie gli esiti di diversi studi che attestano come essere gentili nei confronti della natura abbia un potere benefico e curativo

Chi è di Napoli è gentile di natura ma se per caso avete qualche dubbio su come si fa ad essere davvero gentili e godere dei benefici di questo atteggiamento, ecco un comodo

vademecum della gentilezza 

  1.  Pianta un albero: sporcarsi le mani di terra e rafforzare il ciclo naturale. L’albero produce ossigeno e pulisce l’aria: è, semplicemente, vita.
  2. Cammina, cammina, cammina: passo dopo passo si riducono i problemi articolari, polmonari e cardiaci oltre a non immettere altra Co2 nell’ambiente.
  3. Adotta un alveare: con un semplice gesto sarà possibile salvaguardare le api che contribuiscono alla biodiversità del pianeta e a incrementare la produzione di miele.
  4. Noleggia, non acquistare: una pratica sempre più sostenibile sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista ambientale. Il fashion renting è la nuova tendenza dell’abbigliamento.
  5. Educa alla gentilezza: ogni giorno è quello buono per imparare come trattare meglio il nostro pianeta. Il cambiamento parte dai gesti di tutti i giorni.
  6. Riduci, riusa, ricicla e dona: ridurre i consumi, riutilizzare gli oggetti, riciclarli nel modo corretto o donarli a chi ne ha più bisogno. L’economia circolare deve diventare un’abitudine.
  7. Riscopri le candele: limitare l’uso della luce artificiale riscoprendo la bellezza delle candele. La loro luce terapeutica creerà un’atmosfera magica ideale non solo per una cena romantica.
  8. Mangia a chilometro 0: la spesa local fa bene all’ambiente e consente di conoscere gli imprenditori locali permettendo un contatto diretto con la loro natura.
  9. Aiuta gli animali in difficoltà: la gentilezza non si deve limitare alle persone. Con piccoli gesti è possibile aiutare gli enti che soccorrono gli animali in difficoltà.
  10. Tieni un diario sulla gentilezza: un ottimo modo per riconoscere e sentirsi grati per le azioni gentili degli altri, oltre che per le nostre.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché abbiamo festeggiato la "Giornata della gentilezza"

NapoliToday è in caricamento