Epatite C: i nuovi farmaci che la sconfiggono e chi li prescrive

Guarire dall'epatite C oggi è possibile grazie ad un gruppo di farmaci innovativi particolarmente efficaci contro il virus. A prescriverli possono essere solo centri abilitati

L'epatite C è uno dei virus che si trasmettono attraverso il sangue più temibili e terribili. Attacca infatti le cellule epatiche causando infiammazioni e cicatrizzazioni del tessuto che riduconoprogressivamente la capacità del fegato di lavorare.  Le statistiche dell'Organizzazione Mondiale per la Sanità calcolano nel mondo circa 170 milioni di persone con epatite C: vuol dire che circa il 3 persone ogni 100 hanno l'epatite C. Il Centro Europeo per il Controllo delle malattie (Ecdc) ha lanciato da tempo un vero allarme perchè in Europa la malattia - presente in circa 8 milioni di persone - è in crescita. Tra i Paesi più colpiti c'è l'Italia dove le stime ufficiali indicano circa 1milione di persone con epatite.

Dall'epatite C si guarisce: la cosa più importante da sapere è che oggi l'epatite C può essere curata. Sono stati infatti introdotti nei protocolli di cura, a carico del Servizio Sanitario,  nuovi farmaci che, in un minimo di 8  fino a un massimo di 24 settimane, ottengono un altissimo successo terapeutico, con percentuali sempre più vicine al 100%

Il ciclo terapeutico può essere prescritto solo dopo la diagnosi completa da uno dei tanti centri abilitati, specializzati nella cura delle epatiti, presenti nella nostra città presso la ASL Napoli 1 Centro, Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, Ospedale dei Colli, Azienda Ospedaliera Antonio Cardarelli, Azienda Ospedaliera Universitaria Luigi Vanvitelli . 
Se si sospetta di aver potuto contrarre l'epatite C, la prima cosa da fare è rivolgersi al medico di famiglia per farsi indirizzare.

Gli esami clinici servono a valutare la gravità del danno epatico, verificare l’esistenza di altre patologie e la compatibilità dei trattamenti farmacologici.
In base alla situazione del singolo paziente, potrebbero essere necessari esami definiti "invasivi" come la biopsia epatica percutanea, oggi eseguita esclusivamente sotto guida ecografica oppure rivelarsi sufficienti diagnostiche non invasive come ecografie, elastografie ad onde sonore o ultrasuoni. 

Il prossimo 18 Gennaio, presso la SS. Trinità di Torre del Greco, dalle ore 9,30 alle ore 12,30, l’ Associazione Oltre al Cuore organizza una giornata di informazione e prevenzione dell’epatite C con il patrocinio del Comune di Torre del Greco,  il supporto del Sindaco Giovanni Palomba , dell’assessore alla cultura Enrico Pensati e del consigliere dott. Michele Langella. Partecipano le Associazioni  Astra-Trapiantati di fegato, EpaC, Emergency Life, Lions. Il dottore Carmine Coppola, direttore Medicina Interna Epatologia ed Ecografia interventistica dell’ospedale di Gragnano ( Na), effettuerà gratuitamente ecografie al fegato e test capillari per l’epatite C. Sarà inoltre presente la prof.ssa Tina Muscio, referente EpaC per la regione Campania, che distribuirà ai presenti materiale informativo sull’epatite C.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv?

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Fabio Fulco convola a nozze: l’attore di Un Posto al Sole sposerà Veronica

  • Il Coronavirus torna a far paura, due morti: il più giovane aveva 45 anni

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

  • Carabiniere aggredito, quattro arresti: fermato anche l'uomo che gli ha rubato il borsello mentre era a terra

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento