"Donate sangue": l'appello dal Cardarelli di un paziente in attesa di trasfusione

"Vi voglio bene, anche io ho paura. Spero di potervi abbracciare tutti quando questa situazione sarà passata"

Non si arrestano le conseguenze dell'emergenza Coronavirus sul nostro sistema sanitario. Ormai da giorni, infatti, a Napoli manca sangue per le trasfusioni. E sono davvero tanti i pazienti, tra cui tanti bambini e giovani, che rischiano di non poter fare le terapie necessarie.

L'appello 

Un comunicato rende nota la lettera di un giovane paziente talassemico che non sa se potrà fare la trasfuzione che gli serve per vivere: "Ciao ragazzi so che questa è una situazione abbastanza “paurosa” e pericolosa. Ma vi chiedo sola una cosa, o almeno la chiedo a chi può. So che avete paura, ma questo è un momento veramente critico in ospedale. In questo periodo, molto più che in altri, c’è una grande carenza di sangue. Sono veramente poche le donazioni. Le persone non vanno a donare per paura di contrarre il virus. Io non le biasimo, perché anche io avrei paura, tanta. Ma questo è un momento io, noi, abbiamo bisogno di aiuto. Ho bisogno del vostro aiuto. Domani andrò in ospedale a fare la trasfusione, ma non so se me la faranno, perché appunto, il sangue manca. Potrei essere rimandato a casa e sentirmi dire che FORSE farò la trasfusione un altro giorno. Se domani non dovessi farla, la mia emoglobina si abbasserà ancora di più. Non avrò forze neanche per alzarmi dal letto. Non solo io, vale anche per tutti i talassemici del mio reparto. Abbiamo paura di essere rimandati a casa. Vi chiedo, solo se ve la sentite, di andare al Cardarelli a donare: oltre alla possibilità di aiutare molte persone, aiuterete anche me, e io ve ne sarò grato a vita. Questo piccolo gesto significa tanto per noi. Significa tanto per me e per mia madre. Mettetevi la mascherina, guanti, prendete le giuste precauzioni se andare a donare.

Capisco la paura, ma questo è un momento in cui io ho bisogno di voi, NOI abbiamo bisogno di voi.

Diffondete questo messaggio ai vostri parenti maggiorenni, ai vostri amici, a chiunque.

Spero che questa situazione passi il più in fretta possibile, così potrò abbracciarvi tutti. Vi voglio bene".

Chi volesse donare, può recarsi al Cardarelli, Padiglione E, piano terra, ingresso laterale solo per i donatori: per donare - spiega il comunicato - non si viene a contatto con nessun degente e con nessun ambiente dell'ospedale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento