I giudici di pace chiedono mascherine contro il coronavirus

Preoccupazione per le udienze di convalida delle espulsioni, che si svolgono nei centri di permanenza e rimpatrio

Continua a crescere di ora in ora la preoccupazione per il rischio di diffusione del coronavirus. Non sono tranquilli neanche i giudici di pace, come spiega in un comunicato la dirigente nazionale di Fratelli d'Italia Gabriella Peluso, dopo un incontro con una loro delegazione:  "Attraverso l’Unione Nazionale di categoria, i Giudici di Pace chiedono che gli vengano fornite mascherine idonee per proteggersi da eventuali contagi da coronavirus e per il riconoscimento delle tutele per le indennità di malattia e di rischio. Come sottolinea l’Associazione nazionale dei Giudici di Pace - continua il comunicato della Peluso - nelle udienze celebrate per la convalida delle espulsioni di migranti clandestini, che si tengono nei centri di permanenza e rimpatrio, il rischio di contagio può essere alto e questo costituisce un pericolo per la loro salute e per quella dei loro familiari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento