rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Salute

La medicina legale per la pubblica amministrazione tra emergenza sociali e tutele speciali

Successo per il congresso nazionale dell'A.N.Me.Le.P.A, organizzato dall'Associazione di Medicina Legale per la Pubblica amministrazione, presieduta dal maggior generale Luigi Lista

Grande successo a Paestum per il congresso nazionale dell'A.N.Me.Le.P.A. "La medicina legale per la pubblica amministrazione tra emergenza sociali e tutele speciali". La due giorni si conclude oggi nella città dei templi di Paestum, presso l'hotel Ariston. Ad organizzarla l'Associazione di Medicina Legale per la Pubblica amministrazione, presieduta dal maggior generale Luigi Lista, con il patrocinio della Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni. Presenti personalità di spicco del mondo della medicina legale, oltre alle massime cariche della sanità militare, a magistrati, docenti universitari e dirigenti delle pubbliche amministrazioni che si confrontano sugli aspetti medico-legali delle diverse tutele speciali del dipendente pubblico nelle emergenze sociali, con un occhio particolare rivolto alla pandemia di covid e soprattutto agli effetti del cosiddetto "long covid" nella pubblica amministrazione.

Focus e aggiornamenti sui diversi aspetti medico-legali della dipendenza da causa di servizio, equo indennizzo e pensione privilegiata, e specifici aspetti riguardanti le cosiddette "vittime del dovere", appartenenti alle forze di polizia e forze armate caduti o che abbiano contratto infermità invalidanti nell'adempimento del loro dovere. Tra i partecipanti al congresso, il maggior generale medico dei carabinieri Vito Ferrara, vice-ispettore della Sanità Militare, il direttore del distretto sanitario 33 dell'Asl Napoli 1 Giuseppe Guadagno, il presidente della Corte dei Conti della Campania Michele Oricchio, il direttore centrale di Sanità della Polizia di Stato Fabrizio Cipriani, il direttore della Scuola di Specializzazione di Medicina Legale dell'Università "Federico II" di Napoli Massimo Niola e il dottor Giuseppe Clemente, storico di arte sanitaria, con la relazione "Le grandi pandemie del passato tra arte letteratura e curiosi rimedi terapeutici".

Il congresso ha confermato il ruolo fondamentale raggiunto dalla Associazione- ANMeLePA, trainata da Luigi Lista nell’ambito formativo culturale di una disciplina, quale l’idoneità inidoneità ed altre forme inabilità e vittimologia del pubblico impiego civile militare di polizia e del pubblico soccorso, negli ambiti istituzionali della PA, della Difesa e del mondo accademico, al di là di quel mondo “commissioni mediche MEF” , volano trainante per la nascita della stessa Associazione nell’ormai lontano febbraio del 2015.

convegno medicina-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La medicina legale per la pubblica amministrazione tra emergenza sociali e tutele speciali

NapoliToday è in caricamento