Fatima Trotta: "Con il prof. Francesco Raimondi abbiamo ritrovato la speranza"

Alla manifestazione organizzata dall'Unità di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale della Federico II la star di Made in Sud racconta la sua esperienza di zia di un bimbo nato prematuro. Il piccolo oggi ha quasi 2 anni

Quando si tratta di bambini il cuore di Napoli sa essere sempre grande, generoso, vero. Così, come ogni anno ormai dal 2005, nel Reparto di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale-TIN del Policlinico Federico II guidato da Francesco Raimondi si sono ritrovati in tanti per dare il loro apporto concreto al personale medico e infermieristico e, soprattutto, ai piccolissimi ricoverati in incubatrice, impegnati in ogni istante in una vera e propria battaglia per la vita: c'era il sindaco Luigi de Magistris, il presidente della Banca di Credito Cooperativo Amedeo Manzo particolarmente vicino ai problemi che riguardano i piccoli pazienti degli ospedali napoletani, il direttore generale dell'Azienda Ospedaliera Anna Iervolino, il direttore sanitario Emilia Anna Vozzella, il presidente della facoltà di medicina e Chirurgia Francesco Califano, Francesco Ferrara, il fratello di Ciro che con Paolo e Fabio Cannavaro ha dato vita ad una Fondazione che ha donato una speciale ambulanza attrezzata per il trasporto neonatale di emergenza, rappresentanti della Fondazione Francesca Rava, e c'era una commossa Fatima Trotta che - ha raccontato - nel reparto del Prof. Raimondi ha ritrovato la speranza con la sorella, madre di un bimbo nato prematuro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non sempre la nascita è un momento di gioia per tutti - spiega Francesco Raimondi - alcuni bambini, infatti, appena nati già lottano per sopravvivere e hanno bisogno di un'assistenza complessa ed avanzata: sono i piccoli ricoverati in Terapia intensiva neonatale. A loro è dedicata l'associazione Soccorso Rosa-Azzurro Onlus, che dal 2004 concentra risorse e impegno per migliorare le cure ai neonati in pericolo di vita. In Campania, infatti, la mortalità infantile è ancora elevata rispetto all'Italia del Centro-Nord e la causa principale è la carenza di risorse umane ed economiche e la non ottimale distribuzione dei posti letto in TIN rispetto al numero dei nati".

A tutti i piccoli che stanno lottando per farcela e a chi ce l'ha fatta era dedicata questa mattinata di festa, con una Befana arrivata in anticipo come in anticipo nascono i bimbi prematuri, tra canti, animazione, momenti di spettacolo, distribuzione di doni e tanta allegria. Un momento di gioia da condividere e, soprattutto, un modo di ricordare che i piccoli guerrieri per vincere la loro lotta per la vita hanno bisogno di apparecchiature e ausili ad alta tecnologia: in questi anni i sostenitori di Soccorso Rosa-azzurro, anche attraverso il 5x1000, hanno donato più di 1 milione di euro in attrezzature elettromedicali, formazione del personale, autoambulanze. Tanto è stato fatto, ma tantissimo resta ancora da fare per regalare alla vita  i tantissimi bimbi prematuri che nascono ogni anno nella nostra regione

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • Coronavirus, torna l'obbligo di mascherina all'aperto a Castellammare

  • Quindicenne investita, la verità nella scatola nera dell'auto. Il 21enne: “Sono distrutto”

  • La tragedia di Maya: travolta e uccisa a 15 anni su piazza Carlo III

  • Tony Colombo si esibisce a Torre del Greco: centinaia di persone si scatenano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento