Benessere

Spray, stick o roll? Qual è il deodorante migliore

Come scegliere il deodorante e a cosa prestare attenzione

Indispensabile per essere sempre al top, il deodorante non è sempre facile da scegliere. Sono infatti tantissimi i prodotti in commercio: antitraspiranti, antimacchia, creme, spray e roll-on. Ecco la nostra guida per scegliere il deodorante che fa per te!

I tipi di deodorante

I prodotti in commercio si distinguono per confezionamento e forma cosmetica. I principali sono:

Spray - è ideale per chi condivide il prodotto con altre persone: si applica a distanza, per vaporizzazione, senza che nessuna parte entri in contatto con la pelle. Spesso contengono alcool e presentano una profumazione più decisa: per questo motivo, però, sono da evitare se ci si è appena depilati e dunque si ha la pelle irritata da ceretta o rasoio.

Stick e roll-on – per chi trascorre tutta la giornata fuori casa: sono pratici da portare con sé perché di peso e dimensioni ridotte. Per questioni igieniche è meglio non condividerli. Da evitare accumuli di prodotto che potrebbero rischiare di occludere i pori.

Crema - per chi suda davvero tanto, richiede una buona asciugatura prima di vestirsi perché potrebbe passare su camicie o canotte con uno sgradevole effetto alone.

Deodorante o anti-traspirante?

Il deodorante inibisce l'azione di alcuni batteri della pelle responsabili del cattivo odore. Di base, infatti, il nostro sudore non puzza. L'umidità però è l'ambiente ideale (micorbioma) per la proliferazione di alcuni microorganismi la cui azione è la causa è la vera azione del cattivo odore.

Indipendentemente dalla forma cosmetica, la formulazione dei deodoranti generalmente è a base di alcol, con cui si punta a ridurre la carica batterica

L'anti-traspirante ha un'azione molto diversa perché, come dice il nome, blocca la produzione di sudore nelle ascelle: contiene normalmente sali di alluminio e/o zirconio (aluminum chloride, aluminum chlorhydrate, aluminum zirconium). Se usato in quantità eccessive potrebbe infiammare le ghiandole sudoripare: da usare quindi seguendo le istruzioni allegate alla confezione.

Da evitare Chi non ha una pelle sensibile, facilmente irritabile e non è un soggetto allergico, può utilizzare qualsiasi prodotto. Le composizioni con alte percentuali di alcol sono invece poco adatte a chi ha la pelle particolarmente delicata. Da evitare invece sostanze come propylparaben, butylparaben ethylhexyl methoxycinnamate e il triclosan che elimina i batteri responsabili con il cattivo odore ma, alla lunga, potrebbe innescare una resistenza agli antibiotici.

I migliori ingredienti naturali

La pietra d’allume di potassio (o allume di rocca) elimina il cattivo odore in maniera dolce e naturale: inodore e incolore, si presenta come una saponetta o "pietra" da inumidire leggermente prima dell'applicazione.

In erboristeria o negozi bio si trovano inoltre prodotti a base di salvia che ha proprietà antisettiche e rinfrescanti, rosmarino dermopurificante e astringente, e mirto igienizzante e tonificante

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spray, stick o roll? Qual è il deodorante migliore

NapoliToday è in caricamento