rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cura della persona

Pelle sensibile: ecco i 5 errori più dannosi nella beauty routine

Quando si sbagliano prodotti e trattamenti, la pelle sensibile invecchia prima e sviluppa facilmente rughe, inestetismi e allergie

La pelle sensibile è per definizione fragile e delicata: tende infatti ad irritarsi facilmente ed è più predisposta a reagire negativamente agli agenti fisici o chimici di creme, detergenti, tessuti, ecc... Sviluppa inoltre precocemente rughe e inestetismi del photoaging. 

Le cause di fondo della sensibilità cutanea sono certamente genetiche, tuttavia anche una pelle "normale" può divenire sensibile nel corso degli anni: oltre a quelli costituzionali ed ereditari, infatti, sono numerosissimi  i fattori che possono indurre sensibilità: innanzitutto l'esposizione prolungata ad agenti atmosferici come sole, vento e sbalzi termici molto frequenti a Napoli e poi, anche, l'applicazione continuata di cosmetici aggressivi, lo stress, il fumo, l'alcol e una dieta non equilibrata.

La pelle delicata richiede una cura assidua, mirata e, soprattutto, corretta per mantenerla sana, bella e giovane più a lungo. Ecco quali sono i 5 errori più frequenti 

  1. Non testare i nuovi prodotti

Chi ha la pelle sensibile deve fare molta attenzione quando decide di inizia ad usare prodotti nuovi, anche sespecificatamente formulati: è buona abitudine, da seguire sempre, testare il prodotto in una zona piccola e circoscritta, come può essere il collo oppure la parte interna del polso o del braccio e controllare la reazione al prodotto.
Attenzione: la zona più adatta per verificare la compatibilità è il collo, perché la pelle è meno spessa e per questo più reattiva. Se il prodotto sarà ben tollerato, senza arrossamenti, allora potrà essere applicato anche sul viso, senza rischi di reazioni.

  1. Non prestare attenzione al nichel

Il nichel è uno dei principali responsabili delle irritazioni e arrossamenti cutanei. Praticamente si trova ovunque: dai gioielli alle cerniere, dai cosmetici ai detergenti. Gli sfoghi cutanei provocati dal contatto diretto sono la forma più frequente con cui si manifesta l'allergia al nichel. Meglio evitare di indossare bijoux o accessori che contengono nichel e scegliere detergenti e cosmetici nichel free.

  1. Non prestare attenzione ai prodotti utilizzati

Utilizzare prodotti non in linea con le esigenze della propria pelle è un errore molto comune, che innanzitutto comporta un problema di idratazione: troppa o troppo poca. Per poter individuare i prodotti appropriati alla propria skincare, è bene individuare innanzitutto il proprio tipo di pelle:

  • cute grassa: indicati gel e fluidi leggeri sebo equilibranti, che idratano e, al tempo stesso, opacizzano.
  • pelle è secca: va nutrita con creme dalla texture corposa, che impediscano il più possibile la dispersione dei liquidi e l'impoverimento del film idrolipidico; da evitare, invece, i detergenti schiumogeni ad acqua.
  • pelle sensibile: necessita di prodotti dalle formulazioni lenitive e delicate.
  • pelle normale: è bene scegliere i cosmetici in base al clima, optando per quelli più leggeri in estate, più consistenti in inverno.
  1. Andare a dormire senza struccarsi

Andare a dormire senza struccarsi è un'abitudine davvero molto dannosa perchè provoca più di una conseguenza negativa: pelle sempre più spenta e opaca, insorgenza o l'aumento di pori dilatati e impurità come acne e brufoli. La cattiva abitudine di non struccarsi prima di andare a dormire, a lungo an dare, inoltre, porta irritazioni, arrossamenti e la comparsa di rughe progressive su contorno labbra e occhi, oltre a seccare le velocizzare l'invecchiamento. 

  1. Esfoliare troppo

L'esfoliazione è sicuramente un momento importante della skincare, ma se si soffre di pelle sensibile può essere un'arma a doppio taglio: se da un lato, infatti, fare un bello scrub al viso pulisce e libera i pori, esagerare può portare - per reazione - la pelle a produrre più sebo e quindi alla formazione di foruncoli e imperfezioni, o a una sensibilizzazione maggiore che si manifesta con infiammazioni e arrossamenti.
Per evitare di sbagliare, è meglio preferire il gommage, meglio ancora se con microsfere, da eseguire1 volta alla settimana se la pelle è normale o secca, 2 volte se invece tende al grasso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pelle sensibile: ecco i 5 errori più dannosi nella beauty routine

NapoliToday è in caricamento