rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cura della persona

Cambio di stagione: come salvare la pelle con la skin care

Come si cambia il guardaroba, così è necessario modificare la beauty routine per una pelle luminosa, a prova di sole

Con il caldo è arrivato il desiderio di stare all’aperto e indossare abiti leggeri, scoprendo braccia e gambe. E proprio come si cambia e adegua il guardaroba così è necessario modificare la beauty routine per consentire alla pelle di andare incontro alla nuova stagione in piena salute.

Per  mettere a punto le “best practices” per l'estate  Dermon si è rivolta ad esperti cosmetologi chiedendo soluzioni in grado di abbattere il rischio di allergie, testate per nichel e metalli pesanti, con ingredienti efficaci di qualità, senza additivi superflui e informazioni al 100% trasparenti.

Alessandra Vasselli, componente del comitato direttivo di AIDECO - Associazione Italiana Dermatologia e Cosmetologia, che ha collaborato all’iter di approvazione delle nuove formule Extra Sensitive, spiega "Nel passaggio dall’estate, in particolare, la cute del corpo esce da un periodo di nascondimento e “riposo”, con frequente disidratazione, spesso desquamazione e carenza di protezione, oltre che scarsa pigmentazione naturale protettiva, condizioni determinate sia dall’uso di abiti invernali che dalle condizioni ambientali in-door (riscaldamento, climatizzazione, repentini cambi di umidità relativa). La prima esposizione dopo la stagione invernale, soprattutto per le pelli più sensibili, può facilmente tradursi in un trauma: eritemi, arrossamenti aspecifici, alterazioni del microcircolo, disidratazione e barriera protettiva non funzionale. In questa fase è dunque opportuno preparare la pelle al repentino cambiamento,  reintegrandola e proteggendola nel modo più adeguato”.

Come salvare la pelle nel cambio stagione 

Ecco i consigli per rafforzare la barriera idrolipidica attraverso 3 passaggi essenziali

Detergere

Le impurità vanno rimosse rispettando la fisiologia della pelle, soprattutto in considerazione di lavaggi frequenti dovuti al caldo e al sudore. Una delicata azione esfoliante, con l’ausilio di accessori blandamente leviganti (spugne, manopole ergonomiche in tessuto), agevola naturalmente il rinnovamento cellulare epidermico. Bisognerà insistere sulle zone più ispessite: gomiti, ginocchia e talloni.

La pelle respirerà ossigenando i tessuti e ripristinando le proprie funzioni al meglio. 

Idratare 

Sulla pelle pulita andranno applicati ingredienti super-reintegranti come Burro di Karitè, Olio di Jojoba, Olio di Mandorle, ma anche Glicerina e Aloe Vera Con l'aumento delle temperature è infatti necessario applicare un prodotto restitutivo e coadiuvante lenitivo che ripristini le migliori condizioni fisiologiche della pelle.

In caso di pelle sensibile, dal momento che il mantello protettivo risulta troppo depauperato per affrontare gli effetti dell’esposizione, è meglio cegliere prodotti che apportino solo ingredienti essenziali, da applicare anche più volte al giorno.

Rituali anti-inquinamento 

La vita out-door richiede una protezione solare adeguata al fototipo. Chi vive in grandi agglomerati urbani deve tener conto anche dell’inquinamento: detersione, purificazione e protezione diventano rituali da compiere regolarmente, scegliendo prodotti  ricchi di Vitamina E e derivati, che combattono efficacemente i radicali liberi e difendono la pelle dalle aggressioni esterne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio di stagione: come salvare la pelle con la skin care

NapoliToday è in caricamento