Sabato, 13 Luglio 2024
Cura della persona Montecalvario / Corso Vittorio Emanuele, 328

Curare le malattie attraverso la pelle: a Napoli esperti da tutto il mondo

La pelle nuova frontiera per introdurre farmaci e vaccini nel nostro organismo in modo rapido, indolore ed efficace. Tutte le novità in un incontro internazionale organizzato da Materias

I maggiori studiosi e clinici internazionali che si occupano del rilascio attraverso la pelle di principi curativi si incontreranno per la prima volta nella nostra città,dal 17 al 19 aprile prossimi, nell’hotel San Francesco al Monteper la conferenza internazionale “Emerging Technologies in Transdermal Drug Delivery”. L’evento, che chiaramente ha un'enorme rilevanza anche per l’industria internazionale, è organizzato da Materias con l’Istituto di Scienze Applicate e Sistemi Intelligenti “Eduardo Caianiello” (ISASI) del Consiglio Nazionale per le Ricerche e l’Università “Magna Graecia” di Catanzaro ed è promosso da IBSA Institut Biochimique e Altergon Italia, partners strategici dell’iniziativa.

Diversi i temi che saranno affrontati nel corso dei tre giorni di lavori attraverso talk, lectures, poster sessions, con i più importanti esponenti del mondo scientifico, i players internazionali di settore e le corporate industriali con l'obiettivo di fare rete.

Cerotti e microaghi

Le maggiori novità della ricerca riguardano, oltre i cerotti cutanei, dispositivi a base di microaghi per la somministrazione controllata di principi attivi attraverso la cute: semplicissimi nell'uso, auto-somministrabili, economici e soprattutto indolori rispetto alle iniezioni con i classici aghi ipodermici. “Un vaccino trasferito secondo questa tecnologia, ad esempio, è molto più attivo anche perché non viene iniettato nel muscolo, che assorbe buona parte della sua attività. Si tratta di una soluzione che nasce nella ricerca di base per poi trasformarsi in innovazione, dimostrando una volta in più come la deep tech innovation possa garantire benefici alla collettività nelle cure e nella vita di tutti i giorni”, spiega Luigi Nicolais, già ministro per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica amministrazione, past president del Cnr e attualmente presidente di Materias. “È una tecnologia painless, indolore, perché utilizza dei microaghi che attraversano la cute e non raggiungono né terminali nervosi né vasi sanguigni - aggiunge Nicolais - Tutto ciò al fine di portare al di sotto della cute un farmaco che può determinare delle guarigioni molto più rapide”.

“Al centro c’è il paziente – commenta Tiziano Fossati, Head of Research & Development Pharmaceutical di IBSA, da sempre promotrice di partnership scientifiche e tecnologiche finalizzate ad agevolare ricerca e sviluppo in ambito biomedico, come quella con Altergon Italia, tra gli sponsor dell’evento - partiamo dall’ascolto delle sue necessità per rispondere con soluzioni che possano migliorare la qualità di vita, con prodotti più efficaci, più performanti e aderenti ai suoi bisogni di salute. Senza l’innovazione, senza la condivisione e la collaborazione tra ricercatori e imprese, tutto questo non sarebbe possibile. Da questa consapevolezza la nostra scelta di collaborare con Materias e di supportare la conferenza di Napoli”. "L’area campana si sta distinguendo come realtà dinamica, fortemente connessa con il mondo della ricerca italiana e con la grande capacità di portare a terra progettualità estremamente sfidanti, in termini di studi scientifici, di sviluppo di tecnologie e innovazione. È un punto di incontro sempre più rilevante, un ponte che la unisce a realtà industriali di spicco a livello nazionale e internazionale e che dimostra la grande qualità di competenze e know-how delle persone, in maggioranza giovani ricercatori che trovano qui l’opportunità di fare la differenza” sottolinea Maurizio Pagliuca di Altergon Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curare le malattie attraverso la pelle: a Napoli esperti da tutto il mondo
NapoliToday è in caricamento