rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cura della persona

Capelli: i 5 errori che tutti commettiamo

Dall'intervallo tra uno shampoo e l'altro ai prodotti: cosa non fare

a questione relativa a quando e quanto lavarsi i capelli è tra le più discusse di sempre nel mondo dell’haircare. Molte le scuole di pensiero: c’è chi sostiene che sia fondamentale non lavarli troppo frequentemente e chi, invece, crede che i lavaggi quotidiani non abbiano controindicazioni; c’è chi afferma che lavare i capelli una volta ogni due settimane possa aiutare ad avere una chioma più folta e sana, mentre altri rispondono che questo tipo di routine potrebbe danneggiare il cuoio capelluto

“Come accade in molte situazioni, la verità sta nel mezzo e per questo motivo la soluzione è quella di basare la propria routine di lavaggio sulle esigenze del proprio capello, senza seguire regole predefinite”, spiegano Simone Forini e Ivan Consolo, i Master di Barberino’s, la catena di barbershop italiana che sta rivoluzionando la professione del barbiere in Italia. “I capelli si ungono a causa dell’accumulo di sebo, che attrae polvere e sporcizia, e lo shampoo agisce rimuovendo il sebo e lo sporco accumulatisi sul cuoio capelluto e sul fusto dei capelli, ma la quantità di sebo prodotto varia a seconda di diversi fattori. Per questo non esiste una regola valida per tutti”.

Per fare un po’ di chiarezza, i Master Barber condividono quindi un vademecum dedicato alla cura dei capelli: 5 consigli sul lavaggio e sugli errori da non fare.

1) Ogni quanto lavare i capelli

In alcune persone la produzione di sebo è maggiore e questo richiede lavaggi più frequenti come anche l'esposizione ad alti livelli di smog. Anche lo stress può alterare la composizione del film idrolipidico del cuoio capelluto e, in alcuni casi, portare non solo a una maggiore produzione di sebo, ma anche alla comparsa di forfora. Non esiste quindi un intervallo di tempo per lavare i capelli valido per tutti. Gli esperti consigliano comunque, indicativamente, di fare lo shampoo ogni due giorni.

2) Haircare routine

Per prendersi cura al meglio dei propri capelli, è bene utilizzare uno shampoo delicato per uso frequente da integrare con un lavaggio settimanale con un prodotto specifico per le proprie esigenze, come uno shampoo anticaduta o seboregolatore

3) Shampoo 

Scegliere uno shampoo sbagliato espone al rischio non solo di danneggiare capelli e cuoio capelluto, ma anche di peggiorare la situazione in termini di pulizia. Prodotti industriali con siliconi e parabeni, che agiscono in modo aggressivo sulla cute e sul capello, andrebbero evitati. Meglio shampoo con tensioattivi delicati.

4) Asciugatura

L’uso frequente del phon o della piastra può causare danni irreparabili, anche se si utilizzano termoprotettori. Il consiglio è di asciugare la chioma in maniera naturale per evitare stress alle lunghezze.

NB:non strofinate i capelli bagnati con l’asciugamano, meglio tamponarli e strizzarli delicatamente con le mani.

5) Caduta dei capelli

La caduta dei capelli è un fenomeno naturale e fisiologico che aumenta in particolare durante i passaggi tra stagioni. Perdere i capelli non significa quindi necessariamente rischiare diradamento o calvizie definitiva. In ogni caso, meglio rivolgersi al dermatologo di fiducia che saprà consigliare strategie, prodotti ed eventualmente cure idonee.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capelli: i 5 errori che tutti commettiamo

NapoliToday è in caricamento