rotate-mobile
Cura della persona

Come contrastare i capelli bianchi, anche a tavola

Le star sembrano sempre più decise a sdoganare quello che viene da sempre considerato il più evidente segno dell'invecchiamento

E’ ormai qualche tempo che diverse star del calibro dell’attrice messicana Salma Hayek, Jamie Lee Curtis, Emma Thompson, Sharon Stone, Demy Moore solo per citare alcune delle intramontabili icone di bellezza del grande schermo, esibiscono con non chalance, anche nelle occasioni internazionali più mondane, i capelli bianchi. E sta letteralmente spopolando sui social Jack Martin, hair colorist con salone nella vippissima California, a Tustin, Contea di Orange, specializzato nel restituire la “bellezza naturale” a chi da anni colora i capelli: una seduta da lui può durare fino a 12 ore, per una lavorazione che elimina dai capelli qualsiasi traccia di colorazione artificiale e li fa tornare a splendere: in tutte le tonalità del grigio fino al bianco che più bianco non si può. “I clienti che hanno il coraggio di fare il viaggio – spiega la sua pagina fb – trovano i risultati straordinari”.

Perché i capelli diventano bianchi?

Ecco perché i capelli diventano bianchi:

Questione di geni: come per la calvizie, anche la canizie è innanzitutto una questione genetica. Per capire se e quando i tuoi capelli inizieranno a perdere colore, dunque, basterà controllare capelli e peli dei parenti più stretti.

Inquinamento: è risaputo che le tossine generano radicali liberi che a loro volta riducono la produzione di melanina, il pigmento che conferisce colore a pelle, peli e capelli. Se vivi e/o frequenti una zona molto inquinata, i tuoi capelli inizieranno presto a perdere colore 

Stress: la scienza ha dimostrato che impegni particolarmente pesanti, lutti, relazioni complicate, difficoltà economiche, una paura improvvisa o un forte dolore sono tutti fattori che incidono sul colore dei capelli perché influiscono sulla produzione di melanociti.

Fumo: ebbene sì, attivo o passivo, generando radicali liberi il fumo ha effetti negativi anche sul colore dei capelli: quelli dei fumatori diventano grigi prima e più velocemente  

Età: ormoni importanti come estrogeni, progesterone e cortisolo variano nel tempo inducendo modifiche (anche) a colore, struttura e consistenza dei capelli. A partire dai 30 anni il rischio di veder spuntare i capelli bianchi aumenta tra il 10 e il 20 per cento ogni 10 anni.  

Prevenire i capelli bianchi è possibile?

Contro dna ed età, almeno per ora, non si può vincere, ma è possibile rallentare l'avanzare dei capelli bianchi combattendo le altre cause che ne determinano comparsa e diffusione.

Innanzitutto è possibile abbassare livelli eccessivi di cortisolo, cioè l’ormone dello stress che è tra i principali imputati, ricorrendo quotidianamente a tecniche di rilassamento e curando l’alimentazione

Come combattere la canizie a tavola

I capelli bianchi si combattono anche a tavola. Ecco come:

Ridurre gli zuccheri, perché un'alimentazione ricca di amidi stimola la produzione di cortisolo e di radicali liberi

Sì alle vitamine: innanzitutto la vitamina D, che nelle giuste dosi stimola i melanociti, e la  B12  che contrasta livelli eccessivi di cortisolo

Dieta: ricorda di mangiare salmone, pesce azzurro e tonno freschi che hanno molteplici effetti benefici.

Se i capelli bianchi già ci sono, ecco come nasconderli in maniera naturale 

Hennè è un prodotto utilizzato da secoli in tutte le regioni del nord Africa per il benessere dei capelli che acquistano lucentezza, spessore e colore.  Attenzione: il risultato finale dipenderà molto dalla tinta base dei vostri capelli, in ogni caso l'hennè tende a conferire riflessi che vanno dal castano al ramato, tendenti al rosso. In erboristeria l'hennè si trova già miscelato oppure puro, in polvere da sciogliere in acqua bollente. Va steso su tutti i capelli, massaggiando e pettinando, e quindi lasciato in posa circa 15 minuti sui capelli e poi risciacquato. 

Infusi si tratta di rimedi conosciuti da sempre, a base di sostanze vegetali naturali che hanno potere colorante, non sfibrano i capelli e non li disidratano. Mallo di noce,  the e caffè oppure salvia sono i più utilizzati vanno lasciati in acqua bollente per circa 14/20 minuti. Dopo essere stato filtrato, il liquido andrà applicato sui capelli - asciutti o umidi - e lasciato agire per almeno 30-40 minuti  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come contrastare i capelli bianchi, anche a tavola

NapoliToday è in caricamento