Nove valide alternative al caffè che vi piaceranno molto

Restare svegli, senza caffeina, è possibile. Vi spieghiamo come riuscirci

Tutti pensiamo che una tazzina di caffè sia il rimedio più efficace ad occhi che si chiudono, sbadigli, torpore... Ci sono però molti altri alimenti, ugualmente efficaci e molto salutari. Ecco quali sono secondo la scienza

Yerba Mate E' una pianta di origine sud americana dalle cui foglie si ricava un infuso, il Mate. Ha proprietà diuretiche, depurative, energizzanti ed è ideale per contrastare la stanchezza. Ha un quantitativo di caffeina molto simile a quello del caffè e un piacevole retrogusto di noci. È inoltre incredibilmente ricca di antiossidanti, vitamine e minerali come potassio e zinco.

Fibre a colazione Le ricerche hanno stabilito che una buona colazione aiuta a essere più energici e a restarlo più a lungo. Le fibre hanno inoltre un forte potere saziante senza appesantire, favoriscono la digestione, aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo cattivo e a regolare il livello di zuccheri nel sangue. Via libera quindi ad una bella tazza di cereali integrali, frutta fresca e semi.

8 bicchieri d'acqua Il cervello per essere al top ha bisogno di acqua: gli studiosi dicono che sono necessari almeno 8 bicchieri al giorno per idratarlo e renderlo reattivo ed efficiente. Bene anche tisane, infusi, succhi e centrifughe, ma rigorosamente senza zucchero. Una quantità eccessiva di questo alimento crea infatti esattamente l'effetto opposto di quello che si vorrebbe ottenere, determinando affaticamento, stanchezza, difficoltà di memoria e apprendimento, riduzione dell’attenzione e della concentrazione.

Mandorle, nocciole, anacardi e semi di zucca Una costante sensazione di stanchezza può essere sintomo di una carenza di magnesio. Anche se lieve, l’insufficienza di magnesio può rendere difficile anche la più semplice delle attività quotidiane. Il fabbisogno quotidiano di questo importante minerale può essere assicurato da uno spuntino giornaliero a base di mandorle, nocciole, anacardi e semi vari (circa 30 grammi al giorno).

Banane e pere Secondo uno studio pubblicato nel lontano 2012 sulla rivista Plos One, le banane sono in grado di dare energia e migliorare le prestazioni fisiche in misura maggiore del caffè. Ed anche le pere hanno un ottimo potere energizzante. Una banana  o una pera come spuntino di metà mattina è dunque un ottimo antidoto alla stanchezza

Pesce e patate lessi o al forno Pesce e patate sono un vero toccasana per il cervello. In particolare il salmone e i pesci grassi dei mari freddi, contenendo grandi quantità di Omega-3 DHA, rallentano l’invecchiamento cerebrale e migliorano la memoria. Le patate poi, in quanto ricche di vitamina B6, forniscono l’energia di cui il cervello ha bisogno per evitare cali di prestazione.

Chewing gum sugar free Più di uno studio ha dimostrato che masticare gomme aumenta l'attenzione riuscendo persino a migliorare le prestazioni mentali. Alcune gomme però contengono ingredienti di origine animale come la gelatina, l'acido stearico e la glicerina: se si segue una dieta vegan, quindi, occhio agli ingredienti!

Cioccolato fondente L'improvvisa voglia di cioccolato che assale durante il pomeriggio potrebbe non essere solo un capriccio! Gli studi dicono che i flavonoidi del cacao possono migliorare l'umore e le capacità cognitive. Il cioccolato fondente (con almeno il 60% di cacao), apporta inoltre rame, zinco e altri oligoelementi utili per il sistema nervoso, favorisce la produzione di serotonina ed è stato persino definito dai ricercatori un vero e proprio stimolante!

Odorare un limone L’aromaterapia può essere la soluzione per riprendersi dalla stanchezza. Uno studio ha infatti stabilito che annusare olio essenziale di limone influisce sui livelli di energia, risolleva lo stato d'animo e riattiva l’organismo. I giapponesi conoscono da tempo la capacità del limone di stimolare concentrazione e memoria: l’olio essenziale di limone viene infatti spesso diffuso attraverso i sistemi di areazione degli uffici. Inoltre, a quanto pare, se stimola la mente riesce anche a placare le emozioni: annusare l’olio essenziale di limone potrebbe quindi rivelarsi utile quando devono prendersi decisioni importanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento