Le 7 tisane più efficaci per un fisico snello e asciutto

7 ricette e i segreti per rendere le tisane davvero efficaci

Le tisane offrono la possibilità di prendersi cura di sè in modo piacevole e naturale: costituiscono infatti un'ottima abitudine di benessere e, grazie all'utilizzo di erbe e fiori specifici si rivelano davvero utili per supportare la dieta, l'attività fisica e le terapie.

Perché facciano davvero efficacia, ecco cosa è importante sapere:

1) Fondamentale la costanza

Per poter iniziare a dare i loro benefici, le tisane dvono essere assunte con regolarità per almeno tre mesi circa.

2) Per molti ma non per tutti

Le tisane vanno scelte in base alle nostre specifiche necessità e condizioni. Decisamente utile il consiglio di un nutrizionista o dall'erborista di fiducia.

3) Zucchero: sì o no?

Per addolcire una tisana è preferibile rinunciare allo zucchero raffinato a favore di quello di canna grezzo o, ancora meglio, al miele, sempre senza eccedere.

4) I tempi giusti 

Una tisana (o infuso) si prepara facendo bollire dell'acqua e aggiungendo quindi un cucchiaio di erbe o fiori per ciascuna tazza. Per rilasciare le loro proprietà benefiche le erbe devono essere lasciate in infusione, in un contenitore con coperchio, dai 5 (tisane aromatiche) ai 20 minuti (tisane terapeutiche). 
Una volta preparata, la tisana dev'essere consumata entro 24/48 ore e conservata in frigo.

Le ricette delle tisane di bellezza

Tisana anticellulite e snellente - utilizza un mix di fucus, ribes, spirea, vite rossa, finocchio, frangula e menta. Il fucus, in particolare, contribuisce ad attivare il metabolismo, mentre la vite rossa stimola il micro-circolo aiutando il drenaggio dei liquidi in eccesso e lo smaltimento dei grassi.

Tisana detox - da preparare con tarassaco, bardana, cicoria, calendula, rosmarino ed anice stellato: aiuta ad eliminare tossine e impurità consentendo di recuperare energie e luminosità.

Tisana contro le gambe gonfie - centella, mirtillo e sorbo, in uguali proporzioni di 1/3, sono l'ideale per sgonfiare e alleggerire le gambe stanche. Agiscono a livello linfatico e venoso, agevolando in particolare la circolazione degli arti inferiori.

Tisana drenante - utilizzare un mix di equiseto, betulla , fico d'india, uva orsina, ortica e finocchio. Ideale per eliminare liquidi in eccesso, sgonfiare la pancia e attenuare borse e occhiaie, aiuta anche a drenare i liquidi a livello cellulare e a sentirsi più leggeri.

Tisana depurativa - enotera, borraggine e bardana assieme sono la scelta giusta per restituire luce alla pelle, depurare il fegato, eliminare le impurità, e, grazie alla forte presenza di vitamina E, migliorare l'elasticità della pelle e prevenire le rughe. Con l'aggiunta di un po' di camomilla può essere utilizzata per fare impacchi sugli occhi e ridurre borse e occhiaie.

Tisana contro la pancia gonfia - per ottenere una pancia piatta e allontanare il gonfiore, prova una tisana a base di malva, angelica, semi di finocchio, melissa e achillea: ha proprietà antinfiammatorie e favorisce la digestione, previene la formazione di gas addominali e contrasta le coliti da stress.

Tisana rilassante - da assumere prima di andare a dormire, va preparata con un mix di passiflora, melissa, tiglio, fiori d'arancio e petali di papavero. Rilassa la muscolatura, anche a livello addominale, riequilibra i cicli di sonno e veglia e dà continuità al sonno.

Consigli e Raccomandazioni

Per una tisana doc è preferibile acquistare erbe e fiori in erboristeria. In questo modo sarà possibile anche ricevere consigli personalizzati da un professionista, richiedere indicazioni dettagliate sulle quantità di acqua ed erbe da utilizzare, modalità e tempi specifici di preparazione, dosi ed eventuali effetti collaterali.
È inoltre importante informare l'erborista su allergie o medicinali che si stanno assumendo.

Rischi e controindicazioni

Come per ogni cosa, anche con le tisane non bisogna eccedere nell'uso: in dosi e/o con tempi sbagliate anche erbe e piante medicinali possono avere effetti tossici o allergenici più o meno gravi. E' il caso ad esempio di :

  • Consolida maggiore - che contiene alcaloidi che possono causare danni permanenti al fegato in caso di uso costante e continuato;
  • Lobelia - che contiene alcaloidi dall'efficacia simile alla nicotina;
  • Digitalis - considerata fortemente velenosa a causa dell’elevato contenuto di glucosidi, concentrati principalmente nelle foglie.

Attenzione: diverse erbe medicinali sono assolutamente da evitare in caso di gravidanza perché hanno proprietà abortive come noce moscata, macis,  papaya, melone amaro, verbena, zafferano e l'olmo.

Esistono poi erbe dagli effetti assai controversi, da assumere con la massima cautela, come l'artemisia, la ruta, la mentuccia, la carota selvatica, il blu cohosh (Caulophyllum thalictroides), il tanaceto e il ginepro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, divieti e limitazioni per feste e cerimonie: tutte le decisioni di De Luca

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • Boom di contagi in Campania, nuova ordinanza di De Luca: scuole chiuse e restrizioni sociali

  • Orrore in ospedale, per una sigaretta aggredisce un uomo e gli cava gli occhi

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy: ecco dove acquistarle scontate

  • Scende dall'auto e si lancia nel vuoto dal ponte dei suicidi: muore 71enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento