rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Alimentazione

Datteri, i benefici che non ti aspetti se ne mangi due al giorno

Un consumo quotidiano riduce i livelli di colesterolo, favorisce il transito intestinale e, come hanno confermato più studi, protegge dal cancro al pancreas. Il nutrizionista Marty Fierro svela tutti gli effetti benefici di questo favoloso frutto

La frutta secca è la protagonista indiscussa delle tavole napoletane durante le vacanze natalizie. Tuttavia andrebbe introdotta nella dieta quotidiana di ognuno di noi poiché è ricca di importanti proprietà per il nostro organismo, tra cui vitamine, fibre, proteine nobili, sali minerali e acidi grassi Omega 3. Studi scientifici hanno mostrato quanto la frutta secca sia un importante alleato della salute, se consumato con cautela. Marty Fierro ci svela quali sono le grandiose proprietà benefiche dei datteri secchi.

Le proprietà dei datteri

I datteri secchi sono ricchi di vitamine, soprattutto quelle del gruppo B (B1, B2 e B6), fibre e sali minerali come il ferro, il potassio, il rame, lo zinco, il calcio, il manganese ed il fosforo. La sua polpa è una buona fonte di magnesio (circa 50-60 mg per 100 g di prodotto) e vanta importanti sostanze antiossidanti come i carotenoidi e i flavonoidi. Inoltre, i datteri contengono anche tutti gli aminoacidi essenziali, ad esclusione della tirosina. Essendo molto energetici (circa 253 kcl per 100 g), sono sconsigliati a chi segue un regime alimentare ipocalorico, mentre si raccomandano agli sportivi e nelle diete ipoproteiche (dato lo scarso contenuto in proteine).

I benefici dei datteri

Le fibre di cui i datteri sono ricchi facilitano il transito intestinale, riducono i livelli di colesterolo e regolano gli effetti negativi degli zuccheri sulla glicemia. Inoltre, questi frutti donano all’organismo una sensazione di appagamento e sazietà. Grazie al buon contenuto di Vitamina A, proteggono la vista e le mucose. Le Vitamine del gruppo B sono invece importanti per il metabolismo, così come la Vitamina K, che favorisce anche una buona coagulazione. La polpa dei datteri vanta anche un buon contenuto di carotenoidi, come la luteina e la zeaxantina (che difende dalla degenerazione maculare senile), che svolgono un’importante funzione antiossidante (ritardano l’invecchiamento cellulare), e pare che, come hanno confermato numerosi studi, proteggano anche da molti tumori, in particolare da quello al pancreas. I flavonoidi come i tannini svolgono invece un’azione antinfettiva, antinfiammatoria e antiemorragica. Fra i minerali di cui i datteri sono ricchi, ricordiamo il ferro, importante per il trasporto dell’ossigeno, il potassio e il magnesio, che idratano il corpo, superano la stanchezza e attenuano lo stress, il fosforo che potenzia le funzioni cerebrali, e il calcio, indispensabile per il benessere di ossa e articolazioni. Questi frutti sono, infine, ricchi di zuccheri naturali, come il fruttosio, che li rendono adatti per dolcificare alimenti e bevande al posto dello zucchero da tavola.

Quanti datteri mangiare al giorno

La quantità consigliata è di 2 datteri disidratati al giorno, che corrispondono a 40 g. Attenzione a non esagerare soprattutto se si soffre di diabete o se si sta seguendo una dieta ipocalorica, poiche' i datteri sono frutti molto calorici. Mentre i freschi hanno circa 130 kcl per 100 g e più di 30 g di zuccheri, i secchi hanno quasi il doppio delle calorie e zuccheri, perché il metodo di essiccazione cui sono sottoposti aumenta la loro naturale dolcezza. Tuttavia, la dose raccomandata, se introdotta in una dieta sana ed equilibrata, non può che apportare importanti benefici al nostro organismo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Datteri, i benefici che non ti aspetti se ne mangi due al giorno

NapoliToday è in caricamento