Uova: tutti i metodi per capire se sono fresche e perché utilizzare quelle scadute

Tra pregiudizi e falsi miti, cosa sapere sulle uova fresche e come vanno utilizzate quelle vecchie o scadute

Gli esperti dicono che le uova vanno consumate entro e non oltre 28 giorni dalla deposizione, anche se è preferibile mangiarle nel giro di 15-20 giorni al massimo. Ma come fare per sapere quanto effettivamente sono fresche?  

Come capire se le uova sono ancora buone

Per legge le uova devono riportare su guscio e confezione data di scadenza. In molti casi è presente anche la data di deposizione e/o di confezionamento. Se per qualsiasi motivo non abbiamo a disposizione la confezione o la stampa sul guscio è sbiadita, ci sono alcuni metodi per sapere se le uova sono fresche: 

Test dell'acqua: i gusci d’uovo, infatti, sono porosi e consentono un passaggio di aria. All'interno delle uova fresche c'è meno aria e quindi risultano più pesanti, in quelle più vecchie c'è invece molta aria che le rende più leggere. Per sapere se  sono fresche, quindi, è sufficiente immergere le uova in un contenitore pieno di acqua fredda acqua e sale fino al 10%: se si depositano sul fondo vuol dire che sono fresche, se invece galleggiano in superficie è meglio non mangiarle. Se poi le uova galleggiano a metà, possono essere consumate ma cotte.

Tecnica della speratura: si dovrà mettere l'uovo controluce e osservare la camera d'aria. Se piccola, con l'ombreggiatura estesa su tutta la superficie, l'uovo è ancora fresco.

Test della mobilità del tuorlo: bisogna agitare l’uovo. Se non si sente alcun movimento, l'uovo è ancora fresco, perché l’albume è denso e attutisce il rumore. Si sentirà invece il rumore del tuorlo contro il guscio se l'uovo ha già qualche giorno. In questo caso, potrà essere consumato solo dopo una buona cottura.

Uova vecchie e scadute: come usarle

Le uova vecchie e/o scadute non devono essere necessariamente gettate: possono infatti essere impiegate in molto modi. Ad esempio per realizzare cosmetici fai-da-te, oppure nel giardinaggio o, per i più creativi, per oggetti d'arredo.

Cosmetici: il tuorlo d'uovo è l'ingrediente idele per una maschera di bellezza fai-da-te, sia per il viso che per i capelli.

Fertilizzante: i gusci d’uovo essiccati al sole e tritati grossolanamente, con le mani, sono ottimi per allontanare le lumache. Basterà distribuirli uniformemente alla base delle piante. 3 o 4 gusci d’uovo frantumati e mescolati a fondi di caffè, 2 bucce di banane e un po’ d’acqua consentiranno di ottenere un potente fertilizzante da aggiungere al terreno.

Anti-infiammatorio: la chiara d'uovo è un ottimo rimedio in caso di scottature, anche da esposizione solare, punture di insetti e tensione muscolare. Va montata a neve ferma e distribuita abbondantemente sulla parte interessata, dove deve essere lasciata in posa per almeno 30 minuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Coronavirus, arriva l'annuncio: "La Campania è zona arancione"

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

  • Scossa di terremoto nella zona flegrea: l'evento sismico avvertito dalla popolazione

  • Campania zona arancione: ecco cosa si può fare

Torna su
NapoliToday è in caricamento