rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Alimentazione

Colon irritabile, quali sono le verdure da evitare?

E' possibile tenere sotto controllo i sintomi con una dieta a basso contenuto di FODMAP, ovvero alimenti che fermentano. La dott.ssa Vitiello indica quali sono le verdure “proibite” e quelle consentite per chi ha la Sindrome dell’intestino irritabile

La Sindrome del colon irritabile (IBS) è un disordine funzionale dell’apparato gastrointestinale caratterizzato da dolore addominale e problemi nella defecazione. Le pareti del colon sono più “sensibili” della norma, si infiammano e danno origini a dolori e fastidi vari. E’ un disturbo molto diffuso che colpisce, con gradi diversi di gravità circa il 20%-40% della popolazione italiana con una netta prevalenza nelle donne. “Chi soffre della Sindrome dell’intestino irritabile – spiega a NapoliToday la dott.ssa, biologa nutrizionista, Daniela Vitiello - riscontra spesso diarrea, ma è frequente anche la stipsi ostinata e, talvolta, un’alternanza di periodi diarroici e di stitichezza. In alcuni casi, la Sindrome può associarsi anche a cefalea (mal di testa), stati di ansia e depressione”.

Ad oggi la ricerca scientifica non ha ancora scoperto le cause di questa sindrome, tuttavia è possibile tenere sotto controllo i sintomi con una dieta a basso contenuto di FODMAP, ovvero alimenti che fermentano (oligosaccaridi, disaccaridi, monosaccaridi e polioli). Si tratta di cibi ricchi di zuccheri che, una volta digeriti, restano nell’intestino richiamando acqua, e la loro sovra-fermentazione è ciò che causa i disturbi. Vediamo insieme alla dott.ssa Vitiello quali sono le verdure “proibite” per chi soffre di sindrome dell’intestino irritabile e quali quelle consentite.

Verdure consentite (non contengono fodmap)

Melanzana, carote, sedano, rapa, cicoria foglie, radicchio, rucola, pomodori, pastinaca, zucca, indivia belga, patate, fagiolini, cavoletti di Bruxelles, spinaci, zucchine, finocchio, cavolo cinese, peperoni, alghe, cipollotti (solo le cime verdi), cavolo nero, cavolo cappuccio, cavolo cappuccio rosso, lattuga Iceberg, cetriolo, bietole da costa, ravanelli, broccoli, scarola, olive, capperi.

Verdure consentite in quantita’ limitata (hanno tracce di fodmap)

Sedano, patate dolci, barbabietola rossa, taccole, cavolo verza, zucca Butternut, pomodori secchi, mais in scatola, cuori di carciofo in scatola, funghi in scatola.

Verdure da evitare (hanno quantita’ alte di fodmap)

Aglio, cipolla, cipollotti (il bulbo), funghi freschi, carciofi, asparagi, porri, cavolfiore, topinambur

"Le verdure da evitare - spiega la dott.ssa Vitello- non sono per sempre, ma per un periodo di tempo, fino alla scomparsa dei sintomi. Sucessivamente, possono essere reintrodotte gradualmente. Queste sono indicazioni generali e limitate. Vanno sempre contestualizzate a seconda dei casi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colon irritabile, quali sono le verdure da evitare?

NapoliToday è in caricamento