Via dei Tribunali: sequestrati 60kg di mitili

50 le rivendite ispezionate, per 170 prescrizioni

Quando si tratta di alimenti, per la sicurezza dei consumatori, devono essere garantite igiene e salubrità sotto ogni aspetto: dal trasporto alla conservazione, dalla manipolazione alle modalità di vendita.

A questo scopo la ASL Napoli 1 Centro ha attivato una vera e propria  task force che sta effettuando perlustrazioni a tappeto nelle diverse zone della città. Questa settimana è toccato al Centro storico, e in particolare alla zona a ridosso di via dei Tribunali. Qui, in due distinte azioni, il personale del Dipartimento di Prevenzione della ASL Napoli 1, congiuntamente ai NAS, ha ispezionato complessivamente 50 esercizi alimentari: 5 minimarket, 3 pescherie, 12 pizzerie, 2 panifici, 3 macellerie, una genepesca, un esercizio di produzione bevande, 5 ristoranti, 3 pasticcerie, 5 bar, un supermercato, 3 rosticcerie, un pub, 2 salumeria, 2 friggitorie, e un locale per cibi da asporto. I controlli hanno portato a  ben 170 prescrizioni: 6 le diffide, 2 sospensioni per altrettanti laboratori per la preparazione di alimenti, 13 i verbali. Sono stati inoltre sequestrati e distrutti ben 60 kg  di militi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento