Attualità

Zona bianca in Campania: le novità da oggi e la questione mascherine

Niente coprifuoco, tavoli dei ristoranti all'aperto senza limite di coperti, riaprono sale giochi e discoteche (ma senza la possibilità di ballare). Al vaglio lo stop dell'obbligo di mascherina all'aperto

La Campania si è oggi finalmente risvegliata in zona bianca, dopo che il passaggio nel gruppo di regioni a minor rischio era stato posticipato per diverse settimane. Con essa in bianco anche Basilicata, Calabria, Marche, Toscana, Sicilia e la provincia autonoma di Bolzano, in un Paese che vede in zona gialla – lo sarà fino al 27 giugno – la sola Valle d'Aosta.

Diverse le novità in zona bianca, alcune delle quali molto attese dai partenopei. Innanzitutto non c'è più coprifuoco (ma quello sparisce da oggi anche in zona gialla), così come all'aperto i ristoranti non hanno più limite di persone ai tavoli. Resta aperta la vicenda mascherine all'aperto, al momento obbligatorie.

Le novità nel dettaglio

Entrando nel dettaglio, ci si può quindi spostare senza limiti di orario con stop al coprifuoco. Resta il divieto di assembramento e l’obbligo di mascherina, sia all’aperto sia al chiuso. In zona bianca all’aperto non ci siano limiti di persone ai tavoli dei ristoranti, rispettando comunque il distanziamento di un metro. Al chiuso potranno sedere allo stesso tavolo massimo sei persone (a meno che non siano tutti conviventi).

Riaprono finalmente parchi tematici e di divertimento, piscine coperte, centri benessere e termali. Riaprono sale giochi e scommesse, sale bingo e casinò, centri culturali, centri ricreativi, riprendono i corsi di formazione, fiere, congressi e convegni, eventi sportivi aperti al pubblico all'aperto.
Possibili le feste private, anche conseguenti le cerimonie civili o religiose, sia all’aperto e al chiuso, ma con la prescrizione che i partecipanti siano muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.
Per quanto riguarda sale da ballo e le discoteche, la riapertura c'è, ma la musica si potrà ascoltare e non ballare.

Il capitolo mascherine

Al momento resta l’obbligo di mascherina, sia all’aperto sia al chiuso. Ma si stanno studiando due ipotesi: mettere via – all'aperto – dal 28 giugno (quando l’Italia sarà tutta "bianca"), o il 5 luglio. Del resto al momento in alcuni Stati con situazioni epidemiologiche non migliori l'obbligo di mascherina all'aperto è già stato abolito, si pensi alla Francia.
De Luca venerdì scorso ha comunque ipotizzato un percorso differente per la Campania, ovvero mantenere l’obbligatorietà di mascherine all’aperto per tutta l'estate.

Il bollettino di ieri

Solo un decesso dovuto al Covid-19. Questo il dato principale del bollettino diramato dall'Unità di crisi regionale ieri 20 giugno. Ad esso si aggiungono altri due morti non registrati precedentemente. Dal report emergono anche 82 nuovi casi, a fronte dei 139 del 19 giugno. I test effettuati sono stati 12.500.

Il bollettino nel dettaglio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona bianca in Campania: le novità da oggi e la questione mascherine

NapoliToday è in caricamento