Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Non si ferma l’impegno dei volontari de la via della felicità

Una notizia che ha allarmato i cittadini della Terra negli ultimi giorni: il riscaldamento dell’Artico accelera ancora.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

L’ultimo rapporto dell’Amap rivede al rialzo il ritmo del riscaldamento globale nell’estremo nord del Pianeta. Dal 2000 non ci sono ondate di freddo più lunghe di 15 giorni. Il Polo Nord senza ghiaccio al termine dell’estate nel 2050 è una possibilità 10 volte più probabile con +2°C rispetto a 1,5°C. Le rilevazioni di lungo periodo sull’andamento del global warming nell’estremo nord del Pianeta dicono che la temperatura cresce tre volte più veloce che altrove. E una nuova analisi dei dati sulla temperatura di superficie tra il 1971 e il 2019 rivela che la curva di crescita è più ripida di quanto aveva accertato due anni fa l’Amap, l’Arctic monitoring & assessment program. È il messaggio principale recapitato ai leader mondiali che hanno partecipato ieri alla riunione del Consiglio Artico a Reykjavik, in Islanda. Il nuovo rapporto fa il punto della situazione con i dati disponibili più aggiornati. E sottolinea che il cambiamento climatico riguarda tutte le dimensioni considerate. Come ben sappiamo, una delle cause del riscaldamento terreste è lo scorretto smaltimento dei rifiuti e l’abbandono di quelli cosiddetti “speciali”. L’umanitario L. Ron Hubbard, nella guida al buon senso La Via della Felicità scrisse: “Continuiamo ad abbattere foreste, ad inquinare fiumi e mari, a rovinare l’atmosfera e sarà la fine. La temperatura alla superficie può salire fino ad arrostirci, e la pioggia può diventare acido solforico. Tutte le forme viventi potrebbero morire.” Ecco perché i volontari della Campania non si fermano e anche sabato 22 Maggio hanno organizzato due interventi: uno al Parco dei Camaldoli di Napoli e uno alla Piazzetta di Via Giordano Bruno a Marano di Napoli. I volontari hanno raccolto in totale una ventina di sacchi oltre ad aver tolto erbacce e piante rovinate. Nonostante l’incessante impegno dei volontari, c’è ancora bisogno di ulteriore lavoro per risistemare questi due siti. Ecco perché i volontari vogliono lanciare un appello a tutti i cittadini, chiedendo di unirsi a loro per qualche ora il sabato mattina così da poter contribuire alla cura dell’ambiente. Per partecipare chiama il 393.287.9569 (Pascal) o scrivi a laviadellafelicitacampania@gmail.com Ufficio Stampa La Via della Felicità Sezione Campania

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma l’impegno dei volontari de la via della felicità

NapoliToday è in caricamento