rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Attualità

Volo cancellato, in 50 bloccati a Sharm: "Non abbiamo notizie"

Il viaggio per Napoli era previsto sabato 15 luglio. La testimonianza: "Non abbiamo certezza di quanto rientreremo in Italia"

Bloccati a Sharm El Scheik per la cancellazione di un volo diretto a Napoli della WizzAir. E' il destino di 50 turisti che adesso attendono notizie per capire quando potranno rientrare in Italia. "Ad ora non abbiamo ancora nuove notizie. Siamo in albergo con pensione completa. Ci è stato detto che il pagamento è a carico della compagnia aerea, ma da quello che sappiamo c'è in corso una trattativa tra la compagnia e l'albergo che ci ha anche avvertito che non hanno avuto ulteriori risposte e quindi non sappiamo come proseguiranno i prossimi giorni. Da Wizzair, però, non abbiamo ricevuto alcuna notizia su quando potremo tornare in Italia". Lo spiega una delle turiste italiane.

Il volo era previsto per sabato 15 luglio. L'azienda ungherese ha inviato agli utenti registrati un link tramite cui richiedere il rimborso e prenotare un altro volo, ma il sito era inaccessibile. Gli italiani a Sharm hanno contattato anche il Consolato per provare ad ottenere risposta, ma la compagnia non risponde alle e-mail. "Il prossimo volo per Napoli di Wizzair è in programma sabato prossimo, ma noi - prosegue la turista nel suo racconto alla Dire - non abbiamo ricevuto delle nuove carte di imbarco per quel volo e quindi non sappiamo se ci sarà posto per noi visto che è aperto al pubblico e i posti potrebbero finire intanto. Cosa sta aspettando la compagnia per cambiarci le carte d'imbarco? Ci sono persone che al momento non hanno abbastanza soldi per acquistare un nuovo biglietto Abbiamo capito che non organizzeranno un nuovo volo diretto, ma su quello di sabato ci aspettiamo di essere imbarcati".

Una rappresentanza delle famiglie napoletane tra i turisti bloccati si è anche rivolta al deputato dell'alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli per raccontare il problema e chiedere di poter rientrare in Italia. "Non capiamo perché la compagnia aerea - attacca il parlamentare - si sia data alla 'latitanza'. È suo dovere rispondere alla richiesta degli utenti e fare di tutto per far rientrare gli italiani bloccati a Sharm. Stiamo interessando della questione il ministero degli Esteri affinché si attivi per riportare tutte le famiglie in patria entro pochissimi giorni dato che tra di esse ci sono persone bisognose di cure. (Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volo cancellato, in 50 bloccati a Sharm: "Non abbiamo notizie"

NapoliToday è in caricamento