Violenza di genere: presentati i progetti della fondazione Con il Sud

La presentazione alla Chiesa di Sant'Anna dei Lombardi. La Campania in Italia è seconda per numero di femminicidi

Presentati stamane presso la Chiesa di S. Anna dei Lombardi, in piazza Monteoliveto a Napoli, i progetti di rete finanziati da Fondazione Con Il Sud a seguito del bando “Donne per mettere in campo azioni contro la violenza di genere”. Obiettivo rafforzare e migliorare le azioni a tutela delle vittime attraverso l’informazione e la comunicazione, da un lato, ed esperienze formative, tirocini, orientamento e lavoro.

Presenti all’evento l’assessore alle Pari Opportunità della Regione Campania Chiara Marciani, il direttore di Fondazione Con il Sud  Marco Imperiale, il Presidente di Confcooperative Campania Antonio Borea e il Presidente di Confcooperative Federsolidarietà Campania Giovanpaolo Gaudino, che hanno sottolineato l’importanza della collaborazione sinergica ad ogni livello. La Campania, in base ai dati diffusi ad inizio estate dall’Osservatorio sul Fenomeno della Violenza sulle Donne, è seconda in Italia per numero di femminicidi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento