Il "Viaggio della Memoria": ragazzi di Caivano ad Auschwitz col ministro

Sono partiti da Roma direzione Cracovia insieme ad altri di Maratea e Catania

Studenti ad Auschwitz (Ansa - archivio)

Sono partiti da Roma direzione Polonia. Alcuni studenti di scuole superiori provenienti da Caivano - insieme a ragazzi di Maratea e Catania - sono tra i partecipanti al "Viaggio della Memoria" nei luoghi simbolo della persecuzione nazista, ovvero Auschwitz e Birkenau, in Polonia.

Il Viaggio della Memoria (prima edizione nel 2007) è organizzato dal Ministero dell'Istruzione - Direzione Generale per lo Studente, l'Integrazione e la Partecipazione - nell'ambito delle iniziative realizzate per favorire tra i giovani la conoscenza e la consapevolezza del tragico evento della Shoah e per promuovere l'educazione ai diritti umani. Gli studenti sono accompagnati dal ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, dal sottosegretario all'Istruzione Giuseppe De Cristofaro, e dalla presidente dell'Ucei Noemi Di Segni, oltre che dal vice presidente del Consiglio superiore della magistratura, David Ermini.

Con i ragazzi i sopravvissuti all'orrore di Auschwitz Tatiana Bucci, italiana, e Oleg Mandic, croato.

Nell'ambito dell'iniziativa sono stati portati avanti diverse attività didattiche sull'Olocausto, tra cui due film realizzati dagli strudenti: "Essere nel non essere. L'arte nei campi di concentramento", e "Fuori le mura", basato su Shoah, ai campi di concentramento e agli archivi di Ringelblum.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel calcio a 5 napoletano, si è spento l'ex portiere della Nazionale Antonio Capuozzo

  • Madre e figlia dormono in auto, l'appello: "Non hanno più soldi. Sono da mesi in queste condizioni"

  • Scontro treni Metro Linea 1, feriti trasportati in ospedale

  • Lutto a Pianura: si è spento il poliziotto Gaetano Senarcia

  • Le imprese cercano 31mila dipendenti in provincia di Napoli, ma non riescono a trovarli

  • Lutto nel mondo alberghiero, si è spenta Emma Naldi

Torna su
NapoliToday è in caricamento