rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Attualità

Variante sudafricana, Verdoliva (dir. Asl Napoli 1): "Basta un volo per portare il virus mutato"

"Questo sarebbe una grandissima sciagura perché avremmo un vaccino completamente bucato. Dobbiamo tenere alta l’attenzione", afferma il direttore dell'Asl Napoli 1 Centro

"Le varianti, soprattutto quella legata alla sudafricana, ci danno due elementi: primo che il virus è ancora attivo nel mondo, secondo è che sì il Sud Africa é lontano, ma la storia recentissima ci ha insegnato che basta un volo per portare in Europa il virus mutato e questo sarebbe una grandissima sciagura perché avremmo un vaccino completamente bucato. Dobbiamo tenere alta l’attenzione anche sulla mobilitazione globale, aumentare i controlli per tutti coloro che si muovono”. Così il direttore dell’Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, ai microfoni di Radio Crc, nel corso della trasmissione Barba & Capelli, ha parlato della problematiche relativa alla variante sudafricana del Covid-19. 

Ieri - ha proseguito Verdoliva parlando della campagna vaccinale - abbiamo somministrato 5 mila e 500 dosi in generale, di cui 4200 sono terze dosi e di queste oltre mille sono terze dosi con scadenza ai 5 mesi dalla seconda. Quindi le persone stanno iniziando a recarsi in tutti i centri vaccinali”.

Sull’apertura dei vaccini alla fascia di età 5/12, il direttore dell'Asl Napoli 1 si è così espresso: “Ieri su 380 tamponi effettuati nelle scuole con etá media di 10 anni, 18 sono risultati positivi, com il 4,5 per cento in questa fascia di etá, quindi con i vaccini andiamo a coprire una fascia di età che in questo momento è quella più esposta”.

Sull’ipotesi Dad nel periodo natalizio proposta dal Governatore De Luca, ha specificato: “I dati previsionali ci dicono che stiamo andando verso un aumento, quindi coloro che ci governano stanno pensando ad azioni utili che dovrebbero essere messe in campo qualora quei modelli dovessero essere confermati, non si può decidere il giorno prima per metterlo in campo il giorno dopo. La proposta di De Luca di mettere in Dad durante il periodo natalizio è una delle proposte, non è detto che la attueremo, ma se la dovessimo attuare saremo pronti a farlo. Una degli aspetti fondamentali della Regione Campania in questa pandemia é stata quella di guardare avanti, vedere prima che le cose accadessero: noi continueremo su questa strada perché guardare avanti significa riuscire ad anticipare delle organizzazioni”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante sudafricana, Verdoliva (dir. Asl Napoli 1): "Basta un volo per portare il virus mutato"

NapoliToday è in caricamento