rotate-mobile
Attualità

Nuovo modello di valutazione delle Università: più spazio agli atenei napoletani

Il rettore della Parthenope presenta le novità per stilare le classifiche dei vari atenei italiani: "Bisogna rivedere la distribuzione di risorse, siamo penalizzati rispetto a istituti del Nord"

Un nuovo modello di accreditamento periodico delle sedi e dei Corsi di studio universitari è stato l'argomento dell'incontro che si è tenuto all'Università di Napoli Parthenope e al quale hanno partecipato il presidente dell'Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) Antonio Felice Uricchio, il rettore dell'ateneo Antonio Garofalo, il dirigente Anvur Alessio Ancaiani, responsabile dell'Area valutazione delle Università e Afam. 

"La perequazione deve essere fatta in maniera più efficace e più efficiente perché, ad oggi, il meccanismo non è adeguato e il peso della 'no tax area' si fa sentire nelle Università della Campania e del Sud in termini di minori risorse - ha affermato il rettore della Parthenope - Gli atenei campani sono al top per quota no tax area. Siamo su percentuali che vanno dal 55 al 65 per cento e siamo ristorati dal ministero solo per una quota simbolica - ha sostenuto il rettore - E questo ci mette in un ambito competitivo che non può essere considerato. Siamo in competizione con Atenei di altre aree rispetto ai quali, a parità di studenti, abbiamo risorse finanziarie nettamente inferiori nell'ordine del 50 per cento. Quindi non possiamo dare ai nostri studenti i servizi che meritano. In sede di valutazione Anvur non riusciamo a dare il nostro meglio, è come un cane che si morde la coda".

Secondo Giordano, i ragazzi del Sud possono puntare sulle Università meridionali: "Le Università del Mezzogiorno sono quelle che hanno l'eccellenza della ricerca: malgrado meno risorse riusciamo a produrre una ricerca di  qualità non inferiore, anzi le Università meridionali, nel loro totale, sono prime nelle classifiche della qualità della ricerca". Il nuovo modello di valutazione avrà notevoli conseguenze: "Il nuovo modello Ava- prosegue il rettore - riqualifica alcuni aspetti come il dottorato di ricerca al centro di un processo di valutazione che, fino ad oggi, non aveva avuto. In un certo senso replicherà quello che è il meccanismo attualmente applicato ai corsi di studio. Gli atenei campani nell'ultimo esercizio valutativo hanno avuto valutazioni eccellenti il che. significa che, nonostante tutto, la Campania e il Sud riescono a
reagire nel modo migliore alle sfid. La Parthenope si posiziona nello scenario valutativo della ricerca tra i primi posti nelle Università del Centro-Sud, quindi per me e per i miei colleghi è motivo di orgoglio". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo modello di valutazione delle Università: più spazio agli atenei napoletani

NapoliToday è in caricamento