rotate-mobile
Attualità

Vaccini anti Covid, da lunedì operative le prime farmacie a Napoli e provincia

Dal 7 giugno inizieranno le vaccinazioni di cittadini di età compresa tra i 18 ed i 59 anni nel primo gruppo di circa 150 farmacie

Stanno arrivando in queste ore le prime dosi di vaccino Johnson & Johnson nelle farmacie di Napoli e provincia che, a partire da lunedì 7 giugno, inizieranno le vaccinazioni di cittadini di età compresa tra i 18 ed i 59 anni. A regime, le farmacie che hanno confermato la propria disponibilità a somministrare vaccini saranno circa 400 distribuite nel territorio delle tre AASSLL napoletane.

Il via lunedì con un primo gruppo di circa 150 farmacie; poi, man mano che le farmacie saranno accreditate per il necessario accesso alla piattaforma informatica, nel giro di pochi giorni saranno tutte operative. Gli elenchi delle farmacie dove sarà possibile ricevere il vaccino, saranno pubblicati ed aggiornati sul sito www.federfarmanapoli.it a partire dalla settimana prossima. Per il cittadino è sufficiente recarsi in farmacia con la propria tessera sanitaria ed un documento d’identità; può registrarsi direttamente in farmacia oppure farlo autonomamente attraverso la piattaforma regionale. Il farmacista vaccinatore inoculerà il vaccino contestualmente o fisserà un appuntamento per l’inoculazione in base ad un proprio calendario di vaccinazioni ed alla disponibilità del cittadino stesso. È possibile effettuare la vaccinazione solo in farmacie afferenti alla propria ASL: ad esempio un cittadino afferente all’Asl Napoli 1 dovrà vaccinarsi in una farmacia di Napoli o Capri, ma non potrà recarsi in una dell’Asl Napoli 2 Nord o Napoli 3 Sud. La vaccinazione, è opportuno precisarlo, è assolutamente gratuita.

I cittadini potranno vaccinarsi nella farmacia sotto casa - commenta Riccardo Maria Iorio, Presidente di Federfarma Napoli - in tutta comodità e, soprattutto, in tutta sicurezza. Tutti i farmacisti vaccinatori, infatti, hanno sostenuto i due corsi predisposti dall’Istituto Superiore di Sanità e superata anche la prova di inoculazione, in sessioni pratiche fortemente volute dal Prof. Vincenzo Santagada Presidente dell’Ordine dei farmacisti della provincia di Napoli. Anche i locali e gli spazi allestiti in farmacia o nelle sue immediate vicinanze, corrispondono agli standard di qualità e sicurezza previsti dai protocolli. La farmacia si conferma parte integrante del Sistema Sanitario; quella napoletana si è dimostrata particolarmente efficiente e preparata visto che, con il test effettuato domenica scorsa è stata la prima in Italia a partire con le vaccinazioni in farmacia. Mi auguro che il contributo alle vaccinazioni dei farmacisti napoletani possa essere decisivo a dare una spallata definitiva a questo maledetto virus”.

Alla fase di formazione pratica con tutoraggio professionale per l’inoculazione del vaccino anti COVID -  spiega il Prof. Vincenzo Santagada, Presidente dell’Ordine dei farmacisti della provincia di Napoli - organizzato in collaborazione con l’azienda Ospedaliera dei Colli guidata dal Dir. generale Maurizio Di Mauro e con lo staff della sezione Vaccinale dell’Ospedale Cotugno, hanno partecipato quasi 2.000 Colleghi. Un grande sforzo organizzativo che ha reso più agevole il cambiamento professionale che ci vede protagonisti, a pieno titolo ed insieme agli altri operatori sanitari, nella ricostruzione della sanità di prossimità. Un riconoscimento che il Ministero della Salute ha dato alla nostra comunità professionale per il ruolo svolto in questa emergenza sanitaria collocandoci ancor più saldamente tre le Arti Sanitarie più Nobili e Benemerite del Nostro Paese”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anti Covid, da lunedì operative le prime farmacie a Napoli e provincia

NapoliToday è in caricamento