Martedì, 23 Luglio 2024
Attualità

Trasporti Pasqua, Anm senza accordo. Circum: solo una linea su sei

Dopo due giorni di trattative, Comune di Napoli e sindacati non hanno raggiunto un punto di incontro su bus, funicolari e metropolitana. Eav comunica che sarà attiva solo la tratta Napoli-Sorrento

Nel giorno di Pasqua trasporti ridotti al lumicino a Napoli e provincia. Dopo due giorni di trattative, Anm e sindacati non hanno trovato l'intesa per garantire il funzionamento di metropolitana e autobus. La riunione che si è tenuta oggi è durata otto ore circa, ma non ha prodotto nulla di rilevante, al netto dell'ottimismo mostrato dal sindaco Manfredi nella giornata di ieri. Un nuovo summit è previsto tra domani, 6 aprile, e venerdì 7 quando si saprà se i 220mila turisti che saranno in città, a cui si aggiungeranno i napoletani, potranno contare sul trasporto pubblico.

"Seppur molte delle istanze sindacali siano state accolte dall'azienda- si legge in una nota di Usb Lavoro privato - non si è ancora definito un accordo tra le parti per garantire il servizio di autobus, metropolitana e funicolari per l'intera giornata di Pasqua. Sin dalla prima riunione di venerdì scorso, abbiamo sottolineato la necessità di garantire la giusta mobilità agli utenti e ai tantissimi turisti che hanno ripreso ad affollare Napoli, ma anche incentivando economicamente tutto il personale in servizio nella domenica di Pasqua".

Un braccio di ferro che si ripete tutti gli anni sia a Pasqua che a Natale perché nel contratto di servizio tra Comune di Napoli e Anm non è previsto un turno di lavoro in queste giornate. Ogni volta, amministrazione e lavoratori si scontrano, mettendo a rischio un servizio fondamentale. Da un lato i dipendenti pretendono un bonus per lavorare a Pasqua, dall'altro l'Anm non minimizzare la spesa. In mezzo, c'è il destino degli utenti. 

Discorso non troppo diverso per Eav che, però, ha trovato una quadra con i sindacati. Il taglio delle corse sarà drastico. Se la mattina di domenica 9 aprile e lunedì 10 Circumvesuviana, Cumana e autolinee funzioneranno come se fosse una normale domenica, per le ore pomeridiane della Santa Pasqua, il servizio sarà fortemente ridotto.

Dopo un'interruzione a ora di pranzo, dalle 15.30 riprenderanno solo la linea Circumvesuviana Napoli-Sorrento e la linea Cumana per Torregaveta. Niente da fare per tutte le altre destinazioni su ferro, quelle sulle linee per Baiano, Poggiomarino, Acerra, Sarno. Drastico taglio anche per gli autobus targati Eav, che funzioneranno solo  a Ischia, Procida, Sorrento, sulla linea Pompei – Vesuvio e sulle linee per Baia, Miseno e Cuma.

Anche in questo caso, la convenzione tra Eav e Regione Campania non prevede un turno di lavoro in questo particolare giorno. Reazioni discordanti nel mondo sindacale. Molto critica, come al solito, la posizione di Orsa Trasporti: "Come al solito l'Eav fa un'operazione di facciata, garantisce il servizio da e per le sole località turistiche, agevolando sì i visitatori che vengono da altre regioni, ma dimenticando colpevolmente che è un'azienda di servizio pubblico e che, come tale, deve trattare tutti i cittadini allo stesso modo. Riteniamo che offrire un servizio di trasporto uguale per tutti sia un indice di civiltà di un territorio. Evidentemente chi vuole andare a Sorrento col treno o abita in uno dei comuni della fascia costiera è considerato più uguale di tutti gli altri cittadini della provincia di Napoli".

Nelle prossime ore si saprà che cosa accadrà con Anm. Sarebbe una beffa e una cattiva figura internazionale, se le centinaia di migliaia di turisti trovassero una città senza trasporti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti Pasqua, Anm senza accordo. Circum: solo una linea su sei
NapoliToday è in caricamento