rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Attualità

Vaccini anti-Covid, manca Pfizer: adesso Moderna (quasi) per tutti

La situazione degli approvvigionamenti di siero in Campania

È Moderna il vaccino che aspetta la stragrande maggioranza dei partenopei in questi giorni dedicatasi al booster, la terza dose di siero anti-Covid. Si tratta del vaccino del quale la Campania ha maggiore disponibilità, ed il suo utilizzo pressoché esclusivo segue la linea dettata recentemente dalla Regione.

A monte, anche e soprattutto la scarsa disponibilità di Pfizer, che deriva dallo stop delle consegne deciso dopo la mancanza di richieste in estate. La ripresa a pieno ritmo è prevista dal 22 dicembre. Moderna d'altra parte dopo la decisione di utilizzare soltanto metà dose (ritenuta sufficiente per immunizzare) si è visto le proprie scorte di fatto raddoppiate.

La carenza di Pfizer, secondo quanto filtra dall'Asl Napoli 1, non inciderà intanto sul ritmo delle vaccinazioni che in effetti proseguono spedite, oramai intorno alle 50mila unità giornaliere. Resta il problema di alcuni vaccinandi – soprattutto di chi ha ricevuto AstraZeneca prima e Pfizer poi – che rifiutano Moderna (in realtà questo essendo dello stesso tipo di Pfizer, cioè a mRna, è sostanzialmente un equivalente).

Intanto il 16 parte la campagna per i bimbi dai 5 agli 11 anni, e a loro saranno dedicate le fiale di Pfizer "con tappo arancione" in arrivo mercoledì 15. Ci sono almeno due istituti scolastici selezionati, a Est il Vittorino da Feltre di San Giovanni a Teduccio, e uno Ovest, a Bagnoli-Fuorigrotta, ancora da stabilire. Sarà anche attivo l’hub della Mostra d’Oltremare (aperto dalle 9 alle 18) e i centri vaccinali pediatrici dei 10 distretti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anti-Covid, manca Pfizer: adesso Moderna (quasi) per tutti

NapoliToday è in caricamento