menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza in città, nuove telecamere nel centro storico e a Napoli Est

L'anuncio del Comune di Napoli

La Giunta comunale di Napoli ha approvato due deliberazioni sull'implementazione e realizzazione dei sistemi di videosorveglianza. Su proposta dell'assessore con delega alla sicurezza e alla polizia locale Alessandra Clemente e dell'assessore con delega ai rapporti con le Municipalità Rosaria Galiero è stato approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione di un sistema di videosorveglianza nel territorio della Municipalità 6 per i quartieri di Ponticelli, Barra e San Giovanni a Teduccio.

In particolare saranno installate telecamere di videosorveglianza in via Sorrento, piazza Bisignano e piazza De Iorio "a seguito dell'azione in essere dal 2020, finanziata con fondi del Por Campania e progettata dalle strutture tecniche competenti del Dipartimento della pubblica sicurezza e del Comune di Napoli, riproposta nel Comitato Interforze presso la Prefettura, per potenziare il controllo tecnologico e la sicurezza del territorio e dei cittadini di quella zona".

Inoltre sempre su proposta dell'assessore Clemente, sarà implementato il sistema di videosorveglianza territoriale sui siti Unesco, in particolare in 26 siti individuati da parte dei competenti uffici prefettizi e comunali, coinvolgendo tutti gli enti preposti (Unesco, Soprintendenza, Municipalità), che permetterà un maggiore e diversificato flusso di immagini in zona San Ferdinando, Porto e Chiaia e in strade come piazza Trieste e Trento, piazza Plebiscito, via Medina e via dei Mille.

Il sistema di videosorveglianza sarà realizzato in uniformità agli standard tecnologici previsti dalla legge in modo da essere integrato agli altri sistemi già in esercizio, così consentendo di mettere in condivisione tra tutte le forze dell'ordine i dati generati dai sensori di campo, rendendo così più efficaci le azioni di contrasto alla criminalità attraverso la condivisione dei dati tra le forze dell'ordine. Grazie inoltre alle interconnessioni esistenti con numerosi altri sistemi e applicativi gestiti dal Centro elettronico nazionale della Polizia di Stato, il Ministero dell'Interno curerà i servizi di monitoraggio e ticketing dei guasti agli apparati afferenti al sistema di videosorveglianza. I flussi video generati dalle telecamere Dome saranno messi a disposizione anche alla Polizia locale di Napoli.

"La sicurezza dei cittadini napoletani è una priorità - dichiara Clemente - che affrontiamo e pianifichiamo quotidianamente attraverso progetti mirati e condivisi al fine di potenziare l'utilizzo delle nuove tecnologie. La videosorveglianza è un ottimo strumento che in questi anni ci sta coadiuvando nell'obiettivo di garantire condizioni di sicurezza per i residenti, il commercio e i viaggiatori della città a vantaggio degli operatori di pubblica sicurezza. Il potenziamento di oggi nasce dalla volontà, nel 2018, di istituire all'interno del Comune di Napoli un ufficio dedicato, il 'Dipartimento Sicurezza', che ad oggi ha incrementato del 100% la spesa pubblica impegnata in città sul tema, programmando attraverso fondi regionali e della comunità europea, come Unesco, nuovi impianti per la città di Napoli, lavorando sull'obiettivo dato dall'Assessorato di dotare ogni quartiere della città di un moderno e efficace impianto di videosorveglianza a supporto del controllo del territorio e delle forze dell'ordine".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

  • Cronaca

    Lutto per il Gambrinus, è morta la storica cassiera

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento