Tav Napoli-Bari: sarà pronto entro il 2026

Le opere della tratta saranno appaltate entro il 2020 per essere completate entro il 2026, per una spesa di sei miliardi di euro

“Il soggetto attuatore, Rete Ferrovie Italiane, ha assicurato il massimo impegno per il raddoppio della linea ferroviaria della Napoli-Bari, già previsto dal contratto di programma 2017-2021, e a tal proposito preciso che tutte le opere della tratta Napoli-Bari saranno appaltate entro il 2020 per essere completate entro il 2026”. A parlare è il ministro per il Sud, Barbara Lezzi che ha risposto a un question time alla Camera riguardo il tema dei collegamenti al Sud e in particolare sulla questione del Tav che unirà Napoli a Bari.

Le parole del ministro Lezzi 

"Da un primo bilancio delle interlocuzioni avute in questi mesi sono emerse tutte le criticità che giornalmente si riscontrano sui territori e una fra queste è la questione legata alla tempistica di attuazione degli interventi infrastrutturali. Al riguardo non posso non evidenziare come alcuni ritardi dipendono spesso dal quadro normativo particolarmente complesso nonché dalle responsabilità amministrative in capo alle diverse stazioni appaltanti. Per questo motivo ho ritenuto fondamentale che l'Agenzia per la coesione territoriale, supportata dalle attività di programmazione del mio dipartimento per le politiche di coesione, dovesse svolgere un ruolo di supporto delle singole autorità di gestione e di accompagnamento delle amministrazioni che vorranno un sostegno – ha detto la Lezzi -.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come da richiesta dell'onorevole interrogante, mi soffermo sulla questione delle infrastrutture nelle regioni del sud del Paese che, tengo a ribadire, è oggetto di importanti assegnazioni di risorse a valere in particolare sul Fondo sviluppo e coesione nella programmazione 2014-2020, ricordando che il 12 marzo scorso ho presieduto la riunione del lavoro tecnico per le infrastrutture ferroviarie ricomprese nei CIS ferroviari avviati sin dal 2011. Tra queste particolare attenzione è stata dedicata alla Napoli-Bari e alle sue prospettive di rapido completamento. Rassicuro l'onorevole interrogante che l'intervento per la realizzazione della linea alta capacità Napoli-Bari ha una previsione di spesa complessiva di 6,2 miliardi ed è attualmente confermata da RFI. Per quanto concerne il progetto del raddoppio Termoli-Lesina sulla direttrice adriatica è integralmente coperto da apposito finanziamento per un importo complessivo di 700 milioni di euro, suddiviso in due lotti funzionali Termoli-Ripalta 594 milioni e Ripalta-Lesina 106 milioni" ha concluso la Lezzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento