Arriva la tassa sui Gratta e Vinci, Superenalotto e Win for life

La tassa passerà dall’attuale 12% al 15% a partire dal 1° marzo 2020

Sanzioni amministrative da 100 a 500 euro per gli esercenti che non acquisiranno il codice fiscale, o meglio il “codice lotteria” degli utenti che vorranno partecipare alla Lotteria degli scontrini. È quanto disciplinato dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate. Contrariamente con quanto accade con le vincite ai giochi, che vengono tassate con la cosiddetta Tassa sulla fortuna, quelle ottenute con la Lotteria degli scontrini saranno esentasse. I premi della lotteria non concorrono a formare il reddito del vincitore nel periodo di imposta di riferimento, né le somme percepite sono assoggettate a alcun prelievo erariale.

È invece proprio di ieri l’ultima bozza della Legge di Bilancio che aumenta proprio la Tassa sulla Fortuna. Come anticipato ieri da Agimeg, per le vincite superiori ai 500 euro, la tassa passerà dall’attuale 12% al 15% a partire dal 1° marzo 2020 ma solo per Gratta e Vinci, SuperEnalotto, Lotterie Nazionali e WinForLife. Per le vlt invece l’aumento sarà sempre al 15% ma a partire dal 1° maggio 2020. Per questi apparecchi però verrà introdotta, dal 1° maggio 2020, anche una tassa dell’1,8% per le vincite fino a 500 euro. Percentuale che scenderà all’1,3% dal 1° gennaio 2021.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

  • Nuova allerta meteo gialla su Napoli e provincia per 24 ore

  • Serie A, Ancelotti e gli altri allenatori avranno a disposizione il “Football Virtual Coach”

Torna su
NapoliToday è in caricamento