menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorrento: "Sposatevi ovunque ma non qui", fa discutere il divieto alla coppia gay

Vincenzo D'Andrea e il compagno Beto volevano sposarsi nel Chiostro di San Francesco - di proprietà del Comune. Ma il sindaco ha respinto la richiesta: "Troppo vicino al Monastero". Si sposeranno a Piano di Sorrento

A Sorrento una coppia gay aveva chiesto di celebrare il proprio matrimonio nel Chiostro di San Francesco - dove si celebrano circa 200 matrimoni civili all'anno. La richiesta è stata respinta e dunque la coppia (il napoletano Vincenzo D'Andrea e il suo compagno colombiano Beto) dovrà trovare un altro luogo. "Il chiostro è di proprietà del Comune, ed è attiguo al monastero francescano", spiega all'Huffington Post il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo. "Non mi sembra il caso di celebrare lì questa unione, ma c'è piena disponibilità per gli altri luoghi".

Vincenzo D'Andrea e Beto si uniranno civilmente il 25 luglio a Palazzo Fondi, nel vicino comune di Piano di Sorrento. Ma D'Andrea chiede chiarimenti: "Noi ci siamo rivolti allo Stato e non al Vaticano. Rivendichiamo gli stessi diritti degli altri cittadini e chiediamo uguaglianza". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento