rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità Avvocata

La scuola Rocco Jemma non sarà abbattuta: ok all'adeguamento sismico con fondi del Pnrr

il Ministero dell’Istruzione e del Merito che ha confermato la possibilità di utilizzare i fondi del PNRR destinati all’edificio non più per l’abbattimento, ma a sostegno di un nuovo progetto per il miglioramento sismico e la rifunzionalizzazione della struttura

Non ci sarà l'abbattimento dell'edificio scolastico Rocco Jemma in via Appulo a Materdei. Sull'edificio, infatti, esiste un vincolo storico, in quanto l'edificazione risale all'inizio degli anni '50. Sarà possibile, dunque, procedere all'adeguamento sismico della struttura attraverso i fondi del Pnrr, senza procedere ad alcun abbattimento.

Nelle scorse settimane si erano registrate le proteste dei residenti del quartiere e delle famiglie degli alunni dell'asilo nido comunale. Sul caso era intervenuto anche il consigliere della II Municipalità di Napoli Pino De Stasio, che aveva presentato un esposto sulla vicenda, sollecitando una verifica della Sovrintendenza. 

La nota del Comune di Napoli

"La Soprintendenza alle Belle Arti ha risposto al quesito che il Comune aveva posto a fine gennaio in merito alla datazione dell’edificio scolastico Rocco Jemma, comunicando ufficialmente l’esistenza del vincolo storico in quanto, dal confronto tra le foto aeree dell’epoca, è possibile evincere che l’edificazione risale ai primi anni 50. Il Servizio tecnico scuole, su impulso dell’assessorato all’Istruzione, si era intanto già attivato presso il Ministero dell’Istruzione e del Merito che ha confermato la possibilità di utilizzare i fondi del PNRR destinati all’edificio non più per l’abbattimento, ma a sostegno di un nuovo progetto per il miglioramento sismico e la rifunzionalizzazione della struttura", ha spiegato in una nota nei giorni scorsi il Comune di Napoli. 

Ass. Striano: "Importante che il Ministero abbia accolto la nostra proposta"

“Con i nuovi elementi acquisiti, per i quali ci eravamo già mossi nelle scorse settimane, siamo in grado di presentare un nuovo progetto entro i tempi fissati dal PNRR. Questo piano interesserà buona parte dell’edificio dotandolo delle caratteristiche necessarie a renderlo non soltanto più funzionale ma idoneo dal punto di vista sismico. E’ molto importante che il Ministero abbia accolto la nostra proposta di trasformare l’intervento a realizzarsi da ‘demolizione e ricostruzione’ ad ‘adeguamento sismico e rifunzionalizzazione’”, ha spiegato l’assessora comunale all’Istruzione Maura Striano.

Per quanto riguarda la platea scolastica l’assessora ha, infine, confermato che le iscrizioni per il prossimo anno potranno essere regolarmente effettuate, in quanto vi è capienza nei due nidi comunali Cairoli e Fanciulli, ma si stanno valutando ulteriori soluzioni in prossimità dell’istituto, che potranno essere rifunzionalizzate con fondi già nelle disponibilità dell’assessorato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola Rocco Jemma non sarà abbattuta: ok all'adeguamento sismico con fondi del Pnrr

NapoliToday è in caricamento