Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Teatro San Carlo: sciopero del corpo di ballo, salta la prima del Lago dei Cigni

Già comunicate le modalità di rimborso dei biglietti

(foto Facebook Teatro San Carlo)

Uno sciopero del corpo di ballo ha fatto saltare la prima del Lago dei Cigni in programma al Teatro San Carlo di Napoli nella serata di sabato.

La sovrintendente del massimo partenopeo, Rosanna Purchia, è salita lei stessa sul palco per chiedere scusa e spiegare al pubblico presente in platea quanto stesse accadendo.

Il teatro ha da subito reso note le modalità di rimborso per gli spettatori in possesso di un biglietto per lo spettacolo del 15 giugno. 

Andrà regolarmente in scena, invece, la replica prevista questa sera e quelle nei prossimi giorni.

LA NOTA DEI SINDACATI

"Dopo l'adesione totale allo sciopero indetto da Slc Cgil Fistel Cisl e Fials contro il precariato nel Teatro San Carlo, la Direzione accoglie tutte le istanze dei lavoratori. Non è risultato esaustivo tra la Fondazione Teatro San Carlo e le Organizzazioni sindacali di categoria di Cgil, Cisl e Fials l'incontro convocato sabato mattina dopo la proclamazione dello sciopero indetto contro la precarietà in cui versano i lavoratori delle aree artistiche delle fondazioni lirico sinfoniche. Le motivazioni della protesta sono da tempo note alla Fondazione: le ultime normative emesse dal Governo nazionale sul precariato fanno sì che, in assenza di fondi per le stabilizzazioni, non si possa assicurare un futuro a precari e aggiunti in tutti i settori dove sono presenti e nella fattispecie nelle aree artistiche dell'Orchestra, del Coro e del Ballo e ciò è inaccettabile dopo anni di sacrifici e di grande professionalità artistica profusa dai lavoratori. Oggi è stata una soddisfacente giornata di lotta", si legge nella nota di Slc Cgil Napoli, Fistel Cisl Campania e Fials

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro San Carlo: sciopero del corpo di ballo, salta la prima del Lago dei Cigni

NapoliToday è in caricamento