Attualità

San Gregorio Armeno celebra la Festa della Repubblica

Venerdì 11 giugno, nella via storica dei pastori, sarà celebrata una seconda rinascita dell'Italia con l'augurio che il Paese lasci una volta e per tutte alle spalle la guerra contro il Covid-19

L' 11 Giugno 1946 l’Italia diventò Repubblica lasciando alle spalle la Seconda Guerra Mondiale, la fame e la monarchia, rinascendo con la democrazia che portò felicità e prosperità al popolo italiano, grazie al referendum del 2 giugno del 1946. Allo stesso modo, l’11 giugno 2021 a San Gregorio Armeno sarà celebrata una seconda rinascita dell'Italia con l'augurio che il Paese lasci una volta e per tutte alle spalle la guerra contro il Covid-19 in cui i soldati, questa volta, sono stati medici, infermieri, forze dell’ordine, società civile e tutti gli operatori del settore sanitario.

Venerdì 11 giugno alle ore 12,00 all'inizio di via San Gregorio Armeno, nei pressi di Piazza San Gaetano, come segno di libertà e ripartenza, verrà posto un pallone tricolore ad elio, legato ad un nastro di 20 metri con bandiere tricolori, che il Presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, farà volare fino a 20 metri d'altezza; contemporaneamente il tenore pop Giuseppe Gambi canterà l'inno di Mameli e alla fine dell'esibizione sarà donata al Presidente della Camera dei Deputati una sua statuetta, realizzata dall’artigiano Salvatore Gambardella a nome della Associazione “Le Botteghe di San Gregorio Armeno”. In questo modo sarà segnalato l’inizio della festa e il pallone resterà sospeso fino alla fine dell'evento. A seguire si attraverserà l'intera strada e al termine della passeggiata si potranno vedere esposti i doni che l’Associazione destinerà al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Le opere create per l’occasione dall’Associazione “Le Botteghe di San Gregorio Armeno, sono una statuetta in terracotta del Presidente della Repubblica e una del Presidente della Camera dei Deputati, create dal Maestro Gambardella, un corno tricolore beneagurante per tutti gli italiani, creato nel laboratorio della bottega Cosmos, statuine del Presidente della Repubblica, create nel laboratorio della Bottega il Mondo dei Pastori, una composizione di fiori artigianali, simbolo della fioritura dell’Italia dopo la tempesta Covid-19, creata nel laboratorio della bottega di Angela pastori dalle mani pulite, e una composizione sempre tricolore di oggetti scaramantici, creata nel laboratorio della bottega Arte in movimento De Maria, con l’auspicio che questo virus ci lasci per sempre.

All’evento saranno presenti il Presidente della Camera di Commercio di Napoli Ciro Fiola, il Presidente del Consiglio di Amministrazione della Banca Credito Cooperativo Napoli Amedeo Manzo, il Generale dei Carabinieri Giuseppe Canio La gala, il Prof. Paolo Ascierto, la Curia di Napoli con il delegato dell’Arcivescovo di Napoli Don Domenico Battaglia, il Comitato Uniti Nel Cuore, l’Associazione L’Altra Napoli ONLUS, l’Associazione Artigiani e Commercianti Via Tribunali e l’Associazione Commercianti a Forcella. Alla ricorrenza sono stati invitati il Governatore della Regione Campania Vincenzo de Luca, il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, il Soprintendente dei Beni Culturali e Archeologici di Napoli ed artisti napoletani di fama nazionale tra cui Nino D’Angelo e Andrea Sannino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Gregorio Armeno celebra la Festa della Repubblica

NapoliToday è in caricamento