rotate-mobile
Attualità

Ricercatori napoletani formano i docenti dell'Asia centrale

Alla Federico II arrivano professori di Kazakhstan, Tagikistan e Turkmenistan per due settimane di lavoro sull'adattamento della città ai cambiamenti climatici

Quaranta docenti provenienti da Kazakhstan, Tagikistan e Turkmenistan saranno a Napoli per due settimane di formazione al Dipartimento di ingegneria civile, edile e ambientale dell'Università Federico II. A formarli saranno i professori e i ricercatori del TemaLab in merito all'adattamento della città ai cambiamenti climatici e, quindi, sulla riduzione della vulnerabilità economica, sociale e ambientale degli insediamenti urbani. Un gemellaggio nato nell'ambito del progetto europeo Mietc Erasmus+. 

L'iniziativa prevede la partecipazione di circa quaranta docenti provenienti da atenei Europei e del Centro Asia che saranno coinvolti nelle attività di formazione e di management, che si svolgeranno presso la sede di Piazzale Tecchio. Il progetto ha l’obiettivo di supportare i partner asiatici nell’implementazione di un nuovo master universitario presso gli atenei di Kazakhstan, Tagikistan e Turkmenistan, al fine di formare nuove figure professionali in grado di ridurre la vulnerabilità economica, sociale e ambientale nei paesi dell'Asia Centrale, la cui economia dipende fortemente da fonti fossili non rinnovabili.

La cerimonia di saluti e presentazione del progetto ha visto la partecipazione, oltre che dei vari partner e dei partecipanti, anche del direttore del Dipartimento Francesco Pirozzi, del responsabile scientifico del progetto Carmela Gargiulo e di Davide Marocco, delegato del rettore per le relazioni internazionali con l'Asia e l'Oriente. I corsi di training e il management meeting del progetto rappresentano la prima occasione in Europa per molti dei partner, tra cui i ricercatori e docenti del Turkmenistan, dopo il periodo di lockdown pandemico e le recenti problematiche di carattere geopolitico, conferendo all'evento un significato ancora più profondo e sottolineando l'importanza della cooperazione internazionale nel superare le sfide globali.

Il TemaLab ha anche svolto un ruolo chiave nella fase di diffusione del progetto Mietc Erasmus+, attualmente al terzo anno di attività. I suoi ricercatori hanno partecipato attivamente alle attività di formazione e di networking, tenutesi lo scorso giugno presso le università partner in Kazakhstan e Tagikistan, acquisendo così una conoscenza più approfondita delle sfide e delle opportunità legate alla formazione di ingegneri ed economisti in ambito ambientale ed energetico nei paesi dell'Asia Centrale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricercatori napoletani formano i docenti dell'Asia centrale

NapoliToday è in caricamento